CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 914/A

INTERROGAZIONE ZANCHETTA, con richiesta di risposta scritta, sulla necessità di procedere con urgenza all'eradicazione dei cinghiali nel Parco nazionale dell'Arcipelago di La Maddalena.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- i cinghiali (specie non endemicaell'Arcipelago) immessi da mani sciagurate, popolano da molti anni le isole di Caprera, Spargi e la stessa isola Madre, con gravissime ripercussioni sulla vita dei cittadini e sull'habitat dell'area naturale protetta;
- nelle isole minori il cinghiale era, infatti, del tutto assente ed è stato immesso a scopo venatorio, determinando, a causa di una diffusione rapida e incontrollata, una vera e propria emergenza ecologica per i pesanti impatti su ecosistemi e specie vegetali e animali particolarmente vulnerabili;
-  a infestare il territorio del Parco nazionale dell'Arcipelago di La Maddalena non è, peraltro, il cinghiale selvatico puro, sus scrofa meridionalis, più piccolo e meno prolifico, ma è il frutto di ibridazioni con il maiale domestico, pertanto potenziale portatore di gravi patologie come peste suina, leptospirosi, tubercolosi, afta, e insieme dotato di una innaturale e pericolosa confidenza nei confronti dell'uomo;

considerato che:
-  il fenomeno della proliferazione incontrollata di una specie animale e, in particolare, di una specie non endemica, onnivora, vorace e di notevoli dimensioni, come appunto il cinghiale, pregiudica irrimediabilmente il fragile ecosistema del parco, causando ingenti danni ed esponendo a gravi rischi igienico sanitari le comunità residenti;
- interventi di mitigazione del rischio di abbattimento e/o cattura e contenimento dei cinghiali, sono stati avviati nell'isola di Caprera e La Maddalena, ma senza rilevanti risultati e con scarsa continuità, dimostrando la scarsa efficacia delle azioni intraprese dall'Ente parco;

evidenziato che all'interno dell'Ente di salvaguardia ambientale, a norma della legge quadro n. 394 del 1991, la presidenza della comunità del Parco nazionale di La Maddalena è assegnata al Presidente della Regione, che ha delegato l'Assessora regionale della difesa dell'ambiente,,

chiede di interrogare l'Assessora regionale della difesa dell'ambiente e l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale per sapere:
1) quali siano state le iniziative finora poste in essere, in particolare dall'Assessora regionale della difesa dell'ambiente in qualità di Presidente della comunità del Parco, per sollecitare, anche a seguito delle precedenti segnalazioni e vista l'incapacità e l'inerzia, l'eradicazione dei cinghiali nel Parco nazionale dell'Arcipelago di La Maddalena, al fine di garantire la tutela dei suoi preziosi ecosistemi, gravemente minacciati dall'incontrollata diffusione della specie non endemica;
2) se non ritengano opportuno avviare con urgenza interventi come quelli posti in essere nell'isola dell'Asinara con l'Agenzia Forestas, che, per conto del Parco nazionale dell'Asinara, sta conducendo una campagna di eradicazione dei cinghiali con soddisfacenti risultati.

Cagliari, 23 novembre 2016