CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 917/A

INTERROGAZIONE LEDDA - MELONI - SATTA, con richiesta di risposta scritta, sulla ventilata chiusura della sede ARGEA di Tempio.

***************

I sottoscritti,

preso atto che a seguito della riforma degli enti agricoli e del riordino delle funzioni in agricoltura (legge regionale 8 agosto 2006, n. 13), è stato avviato un processo che ha portato alla nascita dell'agenzia ARGEA Sardegna, istituita per la gestione e l'erogazione degli aiuti in agricoltura con servizi territoriali ben distribuiti in tutto il territorio;

considerato che:
- il recente disegno di riforma, che prevede l'istituzione dell'ente pagatore, accorpa il servizio territoriale della Gallura al sassarese;
- tale accorpamento comporterebbe forti limitazioni nell'erogazione dei servizi essenziali a favore degli agricoltori e degli allevatori che operano in quest'area, creando una conseguente flessione nel sistema economico e produttivo;
- è fondamentale garantire a tutti i lavoratori delle aree interne un'assistenza continuativa e personalizzata per consentire la crescita del settore agricolo e sostenere l'economia rurale;

rilevato che:
- ogni anno la sezione territoriale dell'ARGEA gallurese di Tempio svolge un ruolo centrale nell'economia agricola locale; solo per fare qualche esempio, ogni anno vengono esaminate più di 2.500 richieste di finanziamento per le misure a premio quali l'indennità compensativa, l'agricoltura biologica e il benessere animale;
- il servizio con l'ultimo PSR ha gestito 240 progetti di miglioramento fondiario, evade 90 domande per anno, pari a circa il 25 per cento delle domande regionali in materia di ristrutturazioni viticole, 25 domande/anno di ristrutturazione delle cantine (25 per cento sul totale regionale), circa 200 pratiche all'anno di premi per i riproduttori bovini (su 800 pratiche regionali); anche sul miglioramento delle sugherete la percentuale di domande presentate in questa sezione è tra le più alte dell'intera Sardegna con 55 richieste effettuate a fronte delle 152 depositate a livello regionale;

ritenuto che eliminare un servizio territoriale di questa portata significa ostacolare la crescita del settore zootecnico e vitivinicolo costringendo oltretutto gli imprenditori agricoli a rivolgersi agli uffici di Sassari col rischio di creare un grave disservizio e di indebolire l'economia locale,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'agricoltura e riforma agro-pastorale per conoscere se:
1) nella riorganizzazione degli uffici si sia considerata le peculiarità del territorio e dei segmenti di eccellenza tipici della tradizione agricola gallurese;
2) si sia effettuata una valutazione tecnico-economica sulle decisioni che hanno portato le autorità competenti a considerare positiva e vantaggiosa la soppressione della sezione territoriale dell'ARGEA di Tempio;
3) se, alla luce di quanto su esposto, non ritengano opportuno porre in essere tutte le iniziative necessarie al fine di scongiurare la chiusura di questi servizi fondamentali per l'economia del territorio, evitando nel contempo gravi disagi ai lavoratori che attualmente operano nella sede gallurese.

Cagliari, 24 novembre 2016