CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 921/A

INTERROGAZIONE COSSA - DEDONI - CRISPONI, con richiesta di risposta scritta, sulla effettiva destinazione delle risorse stanziate in favore del Comune di Ghilarza per le celebrazioni per l'Anno Gramsciano, 22 gennaio 2016-27 aprile 2017.

***************

I sottoscritti,

premesso che la Giunta regionale, con propria deliberazione n. 3/10 del 19 gennaio 2016, ha istituito l'Anno Gramsciano, 22 gennaio 2016-27 aprile 2017, prevedendo la realizzazione di un programma coordinato di iniziative tramite un apposito comitato presieduto dalla Regione con la partecipazione, tra gli altri, dei comuni sardi nei quali si è principalmente sviluppata la vita e l'attività di Antonio Gramsci;

constatato che, con successiva deliberazione n. 42/2 del 14 luglio 2016, la Giunta regionale ha autorizzato la ripartizione di euro 85.000 fra gli enti locali interessati al programma di attività per le celebrazioni di Antonio Gramsci, definito dal comitato regionale di cui alla citata deliberazione n. 3/10 del 2016;

considerato che il comitato regionale ha provveduto, in apposita riunione del 26 settembre 2016, a definire il programma delle attività individuando gli enti locali interessati nei Comuni di Cagliari, Ales, Ghilarza, Santu Lussurgiu e Sorgono;

tenuto conto che l'Assessore regionale della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport, con proprio decreto n. 5 del 28 settembre 2016, ha destinato al Comune di Ghilarza risorse pari a 9.000 euro per iniziative in collaborazione con la "Casa Museo Gramsci" e le istituzioni scolastiche;

evidenziato che il Liceo scientifico Mariano IV di Oristano-Ghilarza, accogliendo una proposta del Comitato Antonio Gramsci di Ghilarza, ha presentato il progetto "Un insolito Gramsci: un originale critico dantesco" che prevede il coinvolgimento di altri istituti sardi e che sta trovando facile accoglimento da parte delle scuole;

sottolineato che il progetto, con riconosciuto spessore culturale per la valenza formativa e per le conoscenze sottese, si concretizza in una serie di iniziative ed attività - alcune delle quali già espletate - finalizzate a sollecitare i ragazzi all'attenzione ed all'importanza del valore dell'istruzione e della conoscenza come strumenti potenziali per la crescita sociale delle comunità;

verificato che ad oggi, nonostante le rassicurazioni del sindaco durante gli incontri tenutisi con i dirigenti dell'istituto di Ghilarza, non è giunto alla scuola alcun atto formale sull'indicazione delle somme da trasferire per l'attuazione del progetto (quantificate in euro 5.129 circa);

valutato che vi è la necessità di programmare per tempo tutte le attività sia didattiche che logistiche,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport per sapere se:
1) siano a conoscenza di quanto su esposto;
2) non ritengano di valutare l'opportunità di intervenire presso l'amministrazione comunale affinché individui, con sollecitudine ed in maniera chiara, i destinatari finali delle risorse ad essa assegnate dal decreto assessoriale n. 5 del 28 settembre 2016 e pari a euro 12.000;
3) non ritengano, infine, di dover valutare la possibilità di disporre l'assegnazione diretta al Liceo scientifico Mariano IV di Oristano-Ghilarza delle risorse necessarie alla realizzazione del progetto presentato, in considerazione della qualità del progetto che ha registrato l'adesione ed il coinvolgimento di scuole di varie province sarde e del continente.

Cagliari, 25 novembre 2016