CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 932/A

INTERROGAZIONE CRISPONI, con richiesta di risposta scritta, sullo stato di attuazione dei lavori di restauro conservativo e recupero funzionale del vecchio ospedale San Francesco di Nuoro.

***************

Il sottoscritto,

premesso che, nell'ormai lontano 4 marzo 2003, con deliberazione n. 490 del direttore generale dell'Asl di Nuoro, è stato approvato un progetto preliminare di un intervento di edilizia sanitaria riguardante il restauro conservativo e recupero funzionale del vecchio ospedale San Francesco;

considerato che, per la realizzazione dell'intervento, venne siglato, in data 30 giugno 2005, un apposito accordo di programma tra la Regione autonoma della Sardegna e il Ministero della sanità, d'intesa con quello del tesoro, finanziato ai sensi dell'articolo 20 della legge n. 67 del 1988 per l'importo di euro 5.732.671,58;

valutato che, il 2 maggio 2005, si è provveduto ad approvare il progetto definitivo redatto dal nucleo tecnico dell'azienda sanitaria nuorese previo conseguimento delle necessarie approvazioni propedeutiche all'intervento di ristrutturazione;

rilevato che, con deliberazione dell'ASL di Nuoro n. 1307 del 20 luglio 2006, è stata dichiarata aggiudicataria dei lavori per il recupero funzionale dell'ex presidio ospedaliero, l'ATI GPL Costruzioni generali srl-Atp Studio Gaggiotti Gambacorta & più di Ancona, per l'importo di euro 3.857.745,85 al netto delle spese relative alla progettazione esecutiva e degli oneri per la sicurezza;

atteso che, con deliberazione n. 1010 dell'8 luglio 2008, si è proceduto all'approvazione del progetto esecutivo complessivo e all'approvazione dell' intervento esecutivo funzionale con la conseguente consegna dei lavori all'impresa aggiudicataria;

preso atto che, in data 18 novembre 2008, con l'impresa aggiudicataria è stato stipulato un atto aggiuntivo al contratto principale e che, il 30 luglio 2010, è stata approvata la prima perizia di variante in corso d'opera e che, dal 14 ottobre 2009 al 8 maggio 2013, la commissione di collaudo nominata in data 29 luglio 2005 ha effettuato quindici visite di collaudo in corso d'opera;

considerato che, con deliberazione n. 1671 dell'Asl di Nuoro, con la ditta GPL Costruzioni generali srl, già assegnataria dell'appalto principale, è stato stipulato il contratto di appalto finalizzato al "Completamento tecnologico del vecchio ospedale San Francesco" per ulteriori complessivi euro 2.640.000;

tenuto conto che nel programma triennale delle opere pubbliche 2016/2018 redatto dall'azienda Asl di Nuoro, viene indicato un progetto di realizzazione di una "Casa della salute" da allocarsi proprio presso il vecchio presidio ospedaliero San Francesco di Via Demurtas con una stima di costi pari a 1.200.000 euro per generici interventi di completamento e acquisto arredi;

preso atto che, dalla data della prima deliberazione dell'Azienda sanitaria di Nuoro a oggi, sono trascorsi oramai circa 14 anni e, al di là di una episodica apertura per una manifestazione culturale e del progetto relativo alla "Casa della salute", nonostante l'impiego di ingenti risorse economiche pubbliche, ancora non è dato conoscere la destinazione d'uso generale dell'intero complesso ed entro quale data,

chiede di interrogare l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale, affinché riferisca:
1) se sia stato avviato un monitoraggio per accertare lo stato dei lavori di restauro e recupero funzionale dell'ex complesso ospedaliero;
2) se esistano valutazioni condivise fra Asl di Nuoro e Assessorato regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale sulla destinazione d'uso dell'edificio in conformità agli indirizzi della politica sanitaria regionale;
3) se è ipotizzabile la destinazione dell'edificio quale sede dell'Areus-Azienda regionale per l'emergenza urgenza.

Cagliari, 13 dicembre 2016