CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 935/A

INTERROGAZIONE MARRAS, con richiesta di risposta scritta, sulla sospensione temporanea dei servizi ferroviari nella tratta Macomer-Nuoro e nelle linee turistiche Macomer-Bosa e Sassari- Tempio-Palau.

***************

Il sottoscritto,

premesso che sono pervenute dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti specifiche disposizioni restrittive, indicate nella circolare n. 9956/2016 dell'Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie, riguardanti provvedimenti di natura tecnico/organizzativa il cui adempimento è richiesto a tutte le ferrovie isolate con termini immediati, che impongono in particolare la presenza:
- di un secondo agente nella cabina di condotta, qualora non fosse munita del dispositivo di controllo della vigilanza dell'agente di condotta del treno, regolarmente abilitato alla frenatura ed alla conoscenza del regolamento dei segnali, che avrà il compito di vigilare e provvedere all'arresto del convoglio nel caso in cui il macchinista si trovasse impossibilitato;
- di casellanti ai passaggi a livello ove possibile, diversamente il macchinista dovrà ridurre la velocità in approccio all'attraversamento onde poter eventualmente arrestare il convoglio;

considerato che:
- a causa dell'applicazione in via provvisoria delle specifiche disposizioni restrittive pervenute dal Ministero, a decorrere da lunedì 12 dicembre 2016 la direzione dell'Arst, dalla quale dipendono le ferrovie secondarie della Sardegna, ha disposto la sospensione temporanea dei servizi ferroviari:
1) nelle linee turistiche Macomer-Bosa e Sassari-Tempio-Palau;
2) sulla intera tratta Macomer-Nuoro;
- per supplire alla sospensione della tratta Macomer-Nuoro è stata predisposta l'attivazione dei servizi bus sostitutivi per tutti i treni soppressi;

ritenuto che tale sospensione, avvenuta senza la dovuta preventiva comunicazione nei confronti dell'utenza del servizio di trasporto ferroviario e delle amministrazioni dei comuni interessati, provocherà gravi disagi all'utenza;

valutato che la soluzione individuata presenterà inevitabilmente forti criticità sulla qualità del servizio per i cittadini che giornalmente utilizzano tali linee ferroviarie, in particolare studenti e lavoratori pendolari, nonché un aumento dei costi dovuto all'istituzione di nuove linee di trasporto su strada;

preso atto che i territori della Planargia e del Marghine attraversati dalle linee ferroviarie sospese, già fortemente disagiati per una condizione di isolamento derivante dalla presenza di una rete stradale disastrata la cui percorrenza risulta essere critica soprattutto nel periodo invernale, e da una storica carenza di infrastrutture e di servizi di trasporto pubblico adeguati, sono caratterizzati da fenomeni di spopolamento e da un costante aumento del dato sulla disoccupazione;

considerato che la linea Nuoro-Macomer è stata riaperta nel 2012, dopo un lungo periodo di chiusura dovuto a lavori di ristrutturazione con un investimento di circa 14 milioni di euro per la sostituzione di rotaie e traversine e di ulteriori 20 milioni di euro per la messa in sicurezza delle stazioni intermedie, mentre è in fase di realizzazione la commessa per la fornitura di quattro nuovi treni destinati alla suddetta tratta;

valutati i tempi, di certo non rapidi, per poter adeguare le linee ferroviarie coinvolte con ulteriori figure come il secondo agente nella cabina di condotta che affianchi il macchinista, così come previsto dalla circolare,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore dei trasporti al fine di sapere se siano a conoscenza di quanto esposto in premessa e quali iniziative intendano assumere al fine di ottenere in tempi rapidi la riapertura delle linee ferroviarie soppresse, con le dovute garanzie di sicurezza a tutela dei passeggeri del territorio.

Cagliari, 14 dicembre 2016