CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 936/A

INTERROGAZIONE TOCCO, con richiesta di risposta scritta, sull'intesa tra il Governo, le regioni e i comuni concernente l'adozione del regolamento edilizio-tipo.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- nella conferenza unificata del 20 ottobre 2016, la Presidenza del Consiglio dei ministri ha sancito l'intesa tra il Governo, le regioni e i comuni in merito all'adozione del regolamento edilizio-tipo di cui all'articolo 4, comma 1 sexies, del decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380;
- in conformità all'articolo 2, comma 2, del decreto del Presidente della Repubblica n. 380 del 2001, le regioni a statuto speciale, e quindi la Regione Sardegna, provvedono alle finalità della presente intesa, compatibilmente con i rispettivi statuti e le relative norme di attuazione;
- il recepimento di tale intesa favorirebbe uno snellimento e un miglioramento nel funzionamento degli uffici tecnici comunali, con positive ripercussioni sulle libere professioni legate alla progettazione edilizia;

accertato che:
- il recepimento dello schema di regolamento edilizio tipo ha quale scopo, in conformità alla normativa regionale vigente, di uniformare le definizioni tecniche e di individuare, alla luce della normativa regionale vigente, le definizioni aventi incidenza sulle previsioni dimensionali contenute negli strumenti urbanistici e, ove necessario, in via transitoria dettare indicazioni tecniche di dettaglio ai fini della corretta interpretazione di tali definizioni uniformi in fase di prima applicazione;
- l'atto di recepimento regionale stabilisce, altresì, i metodi, le procedure e i tempi, comunque non superiori a centottanta giorni, da seguire per l'adeguamento comunale, ivi comprese specifiche norme transitorie volte a limitare i possibili effetti dell'adeguamento sui procedimenti in itinere (permessi di costruire, Scia, sanatorie, piani attuativi, progetti unitari convenzionati);

dato atto che, in attesa di una sostanziale riforma della materia urbanistica, occorre prender atto di tutti i positivi provvedimenti che semplificano e accelerano i processi di predisposizione-istruttoria e esecuzione di interventi edili;

accertato che il regolamento edilizio unico sarebbe il primo passo verso un processo di uniformità normativa in materia di ediliza-urbanistica, così come richiesto dagli operatori di settore sia pubblici che privati,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale degli enti locali, finanze e urbanistica per conoscere:
1) se l'Assessorato regionale degli enti locali, finanze e urbanistica intende recepire l'intesa del 20 ottobre 2016, predisponendo il regolamento edilizio-tipo per la Regione;
2) nel caso in cui sia stata già recepita tale intesa, quale sia lo stato attuale dei lavori in merito e i tempi di applicazione.

Cagliari, 15 dicembre 2016