CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 944/A

INTERROGAZIONE COCCO Daniele Secondo, con richiesta di risposta scritta, sulla grave carenza di personale medico dell'Unità operativa di "ginecologia e ostetricia" dell'ospedale Antonio Segni di Ozieri e della temporanea sospensione del ricovero dei pazienti durante le ore notturne o nei giorni festivi, anche urgenti o in emergenza.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- l'ospedale Antonio Segni di Ozieri rappresenta un importante presidio sanitario del centro-nord Sardegna che eroga importanti servizi di medicina specialistica a una parte consistente della popolazione del Logudoro e del Goceano;
- l'Unità operativa di ostetricia e ginecologia del presidio ospedaliero si occupa dell'assistenza alla donna in gravidanza e garantisce, anche in regime di emergenza/urgenza, le visite ostetriche e ginecologiche con le indispensabili attività diagnostiche quali ecografie ostetriche, ginecologiche e morfologiche, isteroscopie, pap test, tamponi, tracciati ecc.;
- con deliberazione n. 43/9 del 1° settembre 2015, la Giunta regionale ha dato avvio a una drastica riduzione delle assunzioni per il personale dipendente attraverso il blocco parziale del turnover del personale dirigente, dipendente o con altro rapporto di lavoro, il blocco totale del turnover del personale amministrativo e tecnico, il divieto di acquisizioni di personale tramite mobilità in entrata nell'ambito del comparto sanità e altresì il blocco di tutte quelle tipologie di reclutamento ex novo di personale che comportino un incremento di spesa a carico del SSR;
- a seguito delle limitazioni di tale deliberazione e delle carenze in organico venutasi a creare in seguito alla fruizione dei necessari turni di riposo, all'inabilità o alla malattia del personale medico e infermieristico, si è creata una situazione di sottodimensionamento del personale in servizio con gravi ripercussioni sulla continuità e sugli standard qualitativi dei servizi sanitari erogati;

considerato che:
- la direzione sanitaria dell'ospedale Antonio Segni di Ozieri, con nota prot. n. 022717 del 28 novembre 2016, segnala lo stato di particolare criticità dell'Unità operativa di ginecologia e ostetricia, per la carenza di medici e di personale interno, e sollecita una soluzione organizzativa che possa sopperire a tale situazione;
- i medici dell'Unità operativa di ginecologia e ostetricia, con nota prot. n. 0023594 del 14 dicembre 2016, comunicano alla direzione sanitaria del presidio ospedaliero di Ozieri la pronta disponibilità notturna e festiva fino al giorno 20 dicembre 2016 e che da tale data verrà sospeso, fino al giorno 8 gennaio 2017, il ricovero di pazienti di interesse ostetrico-ginecologico anche urgenti o in emergenza;
- con nota prot. n. 23915 del 19 dicembre 2016, la direzione sanitaria dell'ospedale di Ozieri comunica al direttore del Pronto soccorso l'interruzione, dal 21 dicembre 2016 all'8 gennaio 2017, dei ricoveri ostetrico-ginecologici, anche urgenti o in emergenza, durante le ore notturne e nei giorni festivi;

preso atto che:
- la carenza di personale presso il l'Unità operativa di ginecologia e ostetricia dell'ospedale Antonio Segni di Ozieri, non permette di garantire un'adeguata assistenza ai pazienti in cura presso l'Unità stessa;
- il presidio ospedaliero di Ozieri eroga il servizio sanitario in un territorio montano geograficamente isolato e con scarsi collegamenti viari che non consentono alla popolazione del Logudoro e del Goceano un agevole e rapido raggiungimento di altri presidi ospedalieri dell'isola;

valutata:
- la grave situazione di disagio dei pazienti, derivante dall'interruzione immediata dei ricoveri dell'Unità operativa di ginecologia e ostetricia e soprattutto dall'impossibilità di mantenere l'assistenza del Pronto soccorso durante le ore notturne e nei giorni festivi;
- la necessità di dover garantire al personale in servizio la fruizione dei necessari turni di riposo, in ottemperanza al CCNL, con il rispetto del numero massimo di turni di pronta disponibilità notturna e festiva,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale per sapere se:
1) siano a conoscenza della gravissima situazione che si è venuta a creare presso l'ospedale Antonio Segni di Ozieri con l'interruzione del ricovero dei pazienti dell'Unità operativa di ginecologie e ostetricia e delle emergenze ostetrico-ginecologiche del Pronto soccorso durante le ore notturne e nei giorni festivi, anche urgenti o in emergenza;
2) se intendano porre immediatamente in essere un'iniziativa che in termini perentori scongiuri l'interruzione del servizio erogato;
3) non ritengano opportuna una seria rivalutazione dell'organico dell'Unità operativa di ginecologie e ostetricia dell'ospedale di Ozieri basata sull'effettivo fabbisogno assistenziale e non su valutazioni esclusivamente contabili e di bilancio.

Cagliari, 21 dicembre 2016