CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 952/A

INTERROGAZIONE PIZZUTO, con richiesta di risposta scritta, sulle preoccupanti notizie relative alla fabbrica di bentonite di Piscinas gestita dalla Polar srl.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- la Polar srl opera grazie a una concessione regionale per estrazione di bentonite nelle miniere di Rio Palmas e Santa Brà e che la stessa proprietà già dopo una settimana dall'insediamento ha rescisso il contratto con alcune ditte esterne e un mese dopo ha licenziato 13 lavoratori diretti, successivamente reintegrati con un provvedimento del tribunale del lavoro;
- lo scrivente si è occupato della situazione della fabbrica di bentonite di Piscinas, ex SSB srl ora Polar srl, a più riprese, da luglio 2015 a oggi, e che sono state presentate diverse interrogazioni, per evidenziare in particolare: il trasferimento della sede legale da Piscinas a Genova, il trasporto del materiale grezzo per essere lavorato in altri stabilimenti regionali o della penisola, il trasferimento di alcuni dipendenti reintegrati nella sede di Genova e il nuovo licenziamento di un lavoratore reintegrato e le segnalazioni dei lavoratori circa il trattamento in fabbrica;

considerato che il sottoscritto ha ricevuto nei giorni scorsi una comunicazione da una azienda creditrice della Polar srl, dalla quale si evince che la stessa azienda vanterebbe un credito di circa 112.000 euro per lavori di manutenzione straordinaria di un filtro per abbattimento polveri e per la fornitura e sostituzione dei condotti di aspirazione e del camino;

preso atto che, dalla stessa lettera, parrebbe che la Polar srl avrebbe indotto l'azienda creditrice a emettere fatture per 112.000 euro alla Viliber srl con sede a Milano, consociata della Polar, rivelatasi in seguito una scatola vuota creata artificiosamente per imputare debiti e non assolvere gli stessi;

appreso che il credito sopra indicato è attualmente oggetto di contenzioso in tribunale, non riconciliabile per vie bonarie, in quanto la Polar srl ha contestato i lavori eseguiti dalla azienda creditrice sulla base di non meglio precisati mal funzionamenti nell'impianto;

tenuto conto che:
- qualora tali fatti fossero confermati, si tratta di un ulteriore e gravissimo indizio di cattiva e pericolosa gestione che mette a rischio non solo la solvibilità degli impegni commerciali ma anche e soprattutto il futuro dei lavoratori;
- lo scrivente ha da tempo sollecitato un esame puntuale sulle tematiche relative a: contenuto del piano industriale della Polar srl, verifica della legittimità del trasferimento della sede legale a Genova, palesemente fuori dal territorio della provincia/regione nel quale la concessione mineraria è stata concessa, monitoraggio delle attività di estrazione, produzione e trasformazione della bentonite e verifica della legittimità della pratica di trasportare il materiale grezzo presso altri stabilimenti,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'industria:
1) per sapere se siano a conoscenza dei fatti sopra esposti e quali provvedimenti di competenza intendano adottare;
2) per sollecitare l'intervento tempestivo e urgente rispetto a tutti i punti sopra menzionati e indicati anche nelle precedenti interrogazioni presentate dallo scrivente;
3) per sapere quali possibili azioni il Presidente della Regione e l'assessorato vogliano intraprendere per verificare la veridicità delle affermazioni contenute nella lettera inviata allo scrivente dalla società creditrice e per verificare la situazione di solidità economico-finanziaria della Polar srl.

Cagliari, 5 gennaio 2017