CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 961/A

INTERROGAZIONE MORICONI, con richiesta di risposta scritta, sui lavori di ripristino della strada statale n. 554.

***************

Il sottoscritto,

premesso che, in qualità di primo firmatario sulla materia di cui all'oggetto, ha presentato:
- l'interpellanza n. 121/A dell'aprile 2015, con la quale si poneva in evidenza che, a distanza di 10 anni dall'inaugurazione, la strada statale n. 554 bis, fondamentale per lo sviluppo turistico e importantissimo asse di collegamento per il traffico commerciale e residenziale tra il sistema costiero sud orientale dell'isola e l'area metropolitana della città di Cagliari, il porto, l'aeroporto e la strada statale n. 131, era stata interessata da una serie di preoccupanti cedimenti del terreno sino ai più recenti e importanti crolli della piattaforma stradale, in conseguenza dei quali si sollecitava il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dei lavori pubblici ad attivare ogni utile iniziativa al fine di richiamare l'ANAS e sollecitare l'urgenza di avviare i lavori di completamento dell'opera e quelli ancora più urgenti di messa in sicurezza dell'arteria;
- l'interrogazione n. 372/A, del maggio 2015, nella quale evidenziati i ritardi della manutenzione per il ripristino delle condizioni di agibilità e sicurezza della stessa importante strada, richiedeva al Presidente della Regione e all'Assessore regionale dei lavori pubblici di intraprendere ulteriori iniziative idonee a definire un vero e proprio piano di emergenza del traffico automobilistico e richiamare, in modo formale, l'ANAS a espletare in modo rigoroso la vigilanza e la regolazione del traffico sulle strade interessate da tale disagio e di loro competenza sino al completamento dei lavori di ripristino della strada statale;

atteso che l'Anas con grave ritardo, dopo avere effettuato solo opere di sbancamento, ha finalmente iniziato i lavori di ripristino della strada statale n. 554 bis, nel tratto interessato dai cedimenti del manto stradale e compreso fra gli svincoli di Gannì (al km 18,200) e Santu Lianu (km 24,500), nei territori comunali di Maracalagonis, Quartucciu e Quartu;

considerato che visti i precedenti, non va sottovalutato il rischio che detti lavori possano prorogarsi, ben oltre i tempi previsti, sino alla prossima stagione estiva, con la conseguente riproposizione degli stessi disagi, disfunzioni e disservizi già vissuti lo scorso anno;

rilevato che le ragioni per le quali furono intrapresi gli atti del sindacato ispettivo, di cui in premessa, non sono venute meno e neppure parzialmente rimosse, ma anzi rischiano di ripresentarsi puntualmente in modo ancora più grave di nocumento per la sicurezza dei cittadini e per le ricadute di carattere economico su di un territorio che vede il settore turistico quale principale volano di sviluppo e occupazione,

chiede di interrogare l'Assessore regionale dei lavori pubblici per sapere se, in previsione dell'imminente stagione turistica che dalla prossima primavera avrà inizio, sia a conoscenza dei tempi entro i quali l'ANAS prevede di concludere l'opera di ripristino stradale e se non ritenga opportuno, onde scongiurare spiacevoli sorprese, avviare un'opera di stretta vigilanza sui tempi e le modalità di messa in sicurezza della strada statale n. 554 bis dei lavori appena avviati.

Cagliari, 13 gennaio 2017