CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 990/A

INTERROGAZIONE PIZZUTO, con richiesta di risposta scritta, sulla necessità di riapertura dei termini per la presentazione delle domande relative ai bandi "Aiuti alle imprese per la competitività (T1)" e "Aiuti alle imprese in fase di avviamento e sviluppo (T1 e T2) - Piano Sulcis".

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- il 13 novembre 2012, la Regione ha stipulato il Protocollo d'intesa per il Piano Sulcis, ai sensi dell'articolo 15 della legge 7 agosto 1990, n. 241, con il Ministero dello sviluppo economico (MISE), il Ministero del lavoro e delle politiche sociali (MLPS), il Ministro per la coesione territoriale, l'ex Provincia di Carbonia Iglesias e i comuni del Sulcis Iglesiente, per la definizione degli obiettivi, delle condizioni generali di sviluppo e l'attuazione dei relativi programmi nel Sulcis Iglesiente;
- l'attuazione del "Piano Sulcis" avviene attraverso accordi di programma, con il supporto dell'Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa (INVITALIA) allo scopo di favorire l'attrazione di investimenti esteri, sostenere l'innovazione e la crescita del sistema produttivo, valorizzare le potenzialità dei territori e che la dotazione finanziaria complessiva di risorse pubbliche è a valere su fondi europei, nazionali, regionali e provinciali;
- gli ambiti di intervento del "Piano Sulcis" sono molteplici e, in particolare, le aree tematiche individuate sono: salvaguardia del tessuto produttivo, ricerca e sviluppo, infrastrutture, risanamento ambientale, sostegno filiere produttive, "Call for Proposal (concorso di nuove idee imprenditoriali), aspetti occupazionali; fiscalità di vantaggio, scuola, dotazioni per le competenze;

tenuto conto che, all'interno dell'ambito di intervento "Salvaguardia del tessuto produttivo", è presente la sottosezione "Bandi incentivi imprese" nella quale sono presenti le iniziative di incentivazione per le attività produttive esistenti o di nuova costituzione dei vari settori;

rilevato che:
- in data 22 aprile 2016, è stato pubblicato il bando "Aiuti alle imprese in fase di avviamento e sviluppo, Piano Sulcis, Area di intervento incentivi, deliberazione della Giunta regionale n. 14/32 del 23 marzo 2016. Programmazione unitaria 2014-2020 - Strategia 2 "Creare opportunità di lavoro favorendo la competitività delle imprese" - Programma di intervento 3 "Competitività delle imprese", avente scadenza al 31 dicembre 2016;
- il bando "Aiuti alle imprese in fase di avviamento e sviluppo" prevedeva una dotazione complessiva pari a euro 6.480.000, destinata per euro 3.600.000 alla copertura del finanziamento e per euro 2.880.000 alla copertura degli aiuti, ma considerato l'elevato numero di domande pervenute si è reso opportuno destinare l'intera dotazione del bando per la copertura degli aiuti incrementando le risorse fino a un importo pari a euro 10.000.000;

rilevato, altresì, che, in data 20 giugno 2016, è stato pubblicato l'avviso "Aiuti alle imprese per la competitività (T1) - Piano Sulcis, Area di intervento incentivi ai sensi della deliberazione CIPE n. 31 del 2015, con scadenza al 31 dicembre 2016 e rivolto alle imprese micro, piccole e medie operanti da almeno tre anni in tutti i settori orientati a favorire il rilancio e lo sviluppo su nuove basi della tradizione industriale del Sulcis Iglesiente;

valutato che, dal Report sul Piano di attuazione del Piano Sulcis al 30 novembre 2016, risulta che:
- Bando aprile 2016 - Aiuti alle imprese in fase di avviamento e sviluppo (T1 e T2) - dotazione iniziale euro 6.480.000. Dimensione Piano aziendale di valore compreso tra euro15.000 ed euro 800.000. Presentazione domande dal 12 maggio 2016 al 31 dicembre 2016; 61 le domande pervenute al 21 ottobre 16 allo sportello online. Oltre la metà riguarda attività connesse al turismo, le restanti sono in buona parte nel manifatturiero. L'occupazione aggiuntiva è valutata in 192 unità a tempo determinato e indeterminato. Il valore complessivo dei piani d'impresa è di oltre euro 17mln. La complessiva richiesta supera la dotazione finanziaria già assegnata al bando. Per fare fronte al maggiore fabbisogno sarà incrementata la dotazione del bando sino all'importo di euro 11.480.000. Al 10 novembre 2016 si è conclusa l'istruttoria di merito per 36 domande e per 6 di queste sono state inviate le comunicazioni dell'esito positivo ai proponenti;
- Bando giugno 2016 - Aiuti alle imprese per la competitività (T1) - dotazione iniziale euro 6.550.000. Dimensione Piano aziendale di valore compreso tra euro15.000 e euro 150.000. Presentazione domande dal 6 luglio 2016 al 31 dicembre 2016; 31 le domande pervenute al 21 ottobre 2016 sportello online. Per un valore complessivo dei piani d'impresa è di circa 2,8 milioni di euro. Circa il 35 per cento riguarda attività manifatturiere e il 30 per cento attività connesse al turismo";

considerato che, attualmente, i termini per la presentazione delle domande di partecipazione al bando "Aiuti alle imprese per la competitività" e "Aiuti alle imprese in fase di avviamento e sviluppo" sono scaduti in data 31 dicembre 2016;

appreso che l'interesse del mondo imprenditoriale nei confronti dei bandi per gli incentivi alle imprese è abbastanza elevato e sarebbe auspicabile una pronta riapertura dei termini dell'avviso "Aiuti alle imprese per la competitività (T1)" e "Aiuti alle imprese in fase di avviamento e sviluppo (T1 e T2);

valutato che, da interlocuzioni informali e notizie apprese dalla stampa, si evince che si sarebbe dovuto procedere alla riapertura dei bandi già entro il mese di gennaio, ma che a tutt'oggi non si hanno notizie certe circa il riavvio ufficiale,

chiede di interrogare l'Assessore regionale della programmazione, bilancio, credito e assetto del territorio:
1) per conoscere il grado di monitoraggio dell'operatività degli uffici regionali sull'attuazione del Piano Sulcis;
2) per sapere se si sia considerata l'urgenza a provvedere con rapidità alla riapertura dei termini per la presentazione delle domande relative ai bandi "Aiuti alle imprese per la competitività (T1 )" e "Aiuti alle imprese in fase di avviamento e sviluppo (T1 e T2);
3) per sapere se si considera prioritaria la risoluzione della crisi socio-economica dell'area sulcitana utilizzando tutti gli strumenti e le risorse a disposizione delle imprese e delle attività economiche che vogliano investire nell'area dei 23 comuni interessati.

Cagliari, 7 febbraio 2017