CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 993/A

INTERROGAZIONE CARTA, con richiesta di risposta scritta, sulla paventata chiusura del reparto di neurochirurgia presso l'ospedale San Francesco di Nuoro.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- il reparto di neurochirurgia dell'ospedale San Francesco di Nuoro, diretto dal dott. Giuseppe Orunesu, ha costituito un presidio essenziale per la cura e gli interventi in diversi settori della neurochirurgia;
- negli anni si è distinto in particolar modo per aver, sempre con grande professionalità e competenza curato traumatologia cranica, eseguito interventi di microneurochirurgia vascolare, microneurochirurgia tumorale e ipofisaria, nonché interventi endocranici con neuronavigazione, neurochirurgia endoscopica, traumatologia vertebrale, malattie degenerative della colonna vertebrale, malattie oncologiche vertebrali, stabilizzazioni e ricostruzioni dei corpi vertebrali, chirurgia mini-invasiva della colonna vertebrale, ernia del disco (trattamento microchirurgico e miniinvasivo), tunnel carpale in microchirurgia e in endoscopia, chirurgia dei nervi periferici;
- ha potuto contare e vantare su un'equipe di prim'ordine nella quale, oltre al Direttore, si sono segnalati per la professionalità e la serietà i dirigenti medici Giovanni Pinna, Massimiliano Uda, Maurizio Paulis, Carlo Piu, Augusta Pazzola, Maurizio Battolu, Maria Antonietta Chessa, Giovanni Vanoli;
- i cittadini della Provincia di Nuoro hanno sempre trovato, a un passo da casa si può dire, un luogo in cui ottenere cure e assistenze di un livello ottimale;
- le recensioni dei pazienti sono tutte univoche nel riconoscere il valore di questo reparto che, negli anni, ha costituito uno dei punti di forza della sanità nuorese e rappresentato un approdo sicuro e vicino per le numerose patologie su richiamate;
- diverse segnalazioni da pazienti e alcune fonti giornalistiche denunciano il rischio che questo reparto possa chiudere;

considerato che:
- una tale evenienza rappresenterebbe un salto indietro nella sanità nuorese che la riporterebbe indietro di quindici anni;
- sulla paventata chiusura del reparto di neurochirurgia il direttore generale dell'ATS si è espresso rinviando alla "politica" la decisione se chiuderlo o tenerlo aperto;
- la riforma sanitaria, tanto voluta dalla Giunta Pigliaru, è sempre stata rappresentata come la via per migliorare i servizi senza ridurli;
- questa teoria si sta rivelando per quella che è, ossia una mera teoria, appunto, in quanto i servizi sono notevolmente diminuiti in tutti i territori;
- la chiusura del reparto in parola rappresenterebbe, per la sanità nuorese, per il territorio delle zone interne e, quindi, soprattutto per i cittadini una retrocessione ingiustificata e pericolosa perché li priverebbe di un presidio indispensabile ed irrinunciabile per la salvaguardia della salute;
- la "politica" e, in primis, il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale, ha il dovere primario di evitare che un'eventualità come questa possa verificarsi,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale per sapere se corrisponda al vero che il reparto di neurochirurgia dell'ospedale San Francesco di Nuoro è a rischio di chiusura e, nel caso:
1) quali sono le cause che potrebbero determinarne la chiusura;
2) quali provvedimenti intendono adottare per scongiurare questa eventualità;
3) se esiste la volontà "politica" di tenere aperto il reparto di neurochirurgia dell'ospedale San Francesco di Nuoro.

Cagliari, 9 febbraio 2017