CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 1016/A

INTERROGAZIONE LAI - COCCO Daniele Secondo - PIZZUTO, con richiesta di risposta scritta, sul ritardo nell'assegnazione delle sedi vacanti dei medici di medicina generale.

***************

I sottoscritti,

premesso che i medici di medicina generale si caratterizzano per le seguenti peculiaritą:
a) sono il primo contatto medico all'interno del sistema sanitario;
b) sviluppano un approccio fondato sulla costruzione di una relazione protratta nel tempo attraverso una continua comunicazione tra medico e paziente;

considerato che
- per la disciplina dei rapporti tra SSN e i medici di medicina generale il decreto legislativo n. 502 del 1992 prevede la stipula di un accordo collettivo nazionale (ACN);
- l'ACN quadriennio normativo 2006-2009 definisce gli obiettivi di carattere generale dello stesso stabilendo che le regioni, tra le altre cose, devono garantire su tutto il territorio nazionale la erogazione ai cittadini dei Livelli essenziali di assistenza (LEA);
- il decreto legislativo n. 502 del 1992 prevede che l'ACN sia integrato da accordi regionali, che realizzano i livelli assistenziali aggiuntivi previsti dalla programmazione delle regioni rispetto a quelli dell'ACN;
- in particolare sono demandati alla trattativa regionale la regolamentazione della copertura degli ambiti territoriali carenti di assistenza primaria;

preso atto che:
- i medici da incaricare per l'espletamento delle attivitą di settore disciplinate dall'ACN sono tratti da graduatorie per titoli, predisposte annualmente a livello regionale, a cura del competente Assessorato regionale dell'igiene e sanitą e dell'assistenza sociale;
- le graduatorie hanno validitą di un anno a partire dal 1° gennaio dell'anno al quale sono riferite, decadono il 31 dicembre dello stesso anno e sono utilizzate comunque per la copertura degli incarichi rilevati come vacanti nel corso dell'anno di validitą delle graduatorie di settore medesime;
- annualmente, sulla base delle domande presentate e delle domande integrative, viene predisposta la graduatoria regionale relativa all'anno in corso, con modalitą operative definite nell'ambito degli accordi regionali;
- la graduatoria č resa pubblica entro il 30 settembre sul Bollettino ufficiale della Regione e approvata e pubblicata sul Bollettino ufficiale della Regione in via definitiva entro il 31 dicembre dall'Assessorato regionale dell'igiene e sanitą e dell'assistenza sociale;
- le ASL possono predisporre graduatorie per la disponibilitą alla copertura degli incarichi vacanti da parte dei medici inseriti nella graduatoria regionale di settore relativa o, in carenza, ove necessario, da parte dei medici in possesso dei requisiti previsti;

visto che:
- ai sensi dell'articolo 6 del decreto del Presidente della Regione 22 luglio 1996, n. 484, la cessazione del rapporto tra le ASL e i medici di medicina generale avviene per compimento del 70° anno di etą da parte del medico di medicina generale, a norma della legge n. 549 del 1995;
- questo fatto comporta un notevole turn over che, sulla base di riferimenti di stampa, vede prossimi al pensionamento 1.800 professionisti;

considerato che:
- il ruolo della medicina generale nel sistema sanitario č orientato a garantire la continuitą dell'assistenza per l'intero arco della giornata e per tutti i giorni della settimana;
- per realizzare tale principio la Regione, entro la fine dei mesi di aprile e di ottobre di ogni anno deve pubblicare sul Bollettino ufficiale l'elenco degli ambiti territoriali carenti di medici convenzionati per l'assistenza primaria;
- al fine di non creare discontinuitą nell'assistenza ai cittadini, entro 30 giorni dalla pubblicazione sul BURAS della graduatoria regionale annuale definitiva, i medici interessati a ricoprire incarichi provvisori, di sostituzione nonché di reperibilitą domiciliare, inviano alle singole aziende comunicazione di disponibilitą;.
- ai fini dell'attribuzione degli incarichi ai medici le aziende predispongono graduatorie aziendali, aggiornate semestralmente entro il 30 giugno e il 31 dicembre;

preso atto che:
- per favorire il ricambio č necessario che la Regione individui le sedi di medicina generale dove sussistono carenza di personale, e conseguentemente le assegni stabilmente;
- tale procedimento, sulla base dell'accordo nazionale, deve essere fatto due volte all'anno, nei mesi di aprile e di ottobre;

riscontrato che:
- oggi la Regione starebbe procedendo alla pubblicazione delle sedi vacanti di assistenza primaria per l'anno 2012, ovviando alle problematiche delle altre sedi carenti assegnando incarichi temporanei di un anno;
- tale situazione minerebbe alla base i principi di continuitą assistenziale, che si limiterebbe a brevi periodi, con un continuo avvicendamento di medici che indebolirebbe il rapporto di fiducia e conoscenza tra medico e paziente,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'igiene e sanitą e dell'assistenza sociale per sapere:
1) se siano a conoscenza della situazione di ritardo nella individuazione delle sedi di medicina generale dove sussistono carenze di personale;
2) se siano a conoscenza del conseguente ritardo nell'assegnazione stabile delle sedi secondo quanto previsto dall'ACN e dall'accordo integrativo regionale;
3) se non ritengano tale situazione confliggente con il principio di continuitą assistenziale tra medico e utente;
4) che azioni intendono intraprendere per permettere il regolare espletamento delle previsioni normative dell' ACN e dell'AIR.

Cagliari, 1° marzo 2017