CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 1024/A

INTERROGAZIONE TEDDE - PITTALIS - CAPPELLACCI - CHERCHI Oscar - FASOLINO - LOCCI - RANDAZZO - TOCCO - TUNIS - ZEDDA Alessandra, con richiesta di risposta scritta, sullo stato della procedura amministrativa finalizzata al rilascio della concessione demaniale marittima relativa alla riqualificazione, all'ampliamento e alla gestione del Porto turistico di Alghero attraverso lo strumento del progetto di finanza.

***************

I sottoscritti,

premesso che, nel settembre 2015, la Regione ha attivato la procedura prevista dall'articolo 153, comma 19, del decreto legislativo n. 163 del 2006 al fine di concedere a terzi la gestione del porto turistico di Alghero previa presentazione di un progetto di finanza a iniziativa privata che ne preveda la riqualificazione e l'ampliamento;

premesso, altresì, che il procedimento è stato avviato a seguito di due diverse proposte presentate dalla società "Marina di Alghero srl" e dal "Consorzio Porto di Alghero", in relazione alle quali la Regione ha richiesto varie integrazioni documentali;

osservato che il comma 19 dell'articolo 153 del decreto legislativo n. 163 del 2006 prevede che "L'amministrazione aggiudicatrice valuta, entro tre mesi, il pubblico interesse della proposta. A tal fine l'amministrazione aggiudicatrice può invitare il proponente ad apportare al progetto preliminare le modifiche necessarie per la sua approvazione";

rilevato che tale norma dispone che il progetto preliminare approvato è posto alla base della gara per l'affidamento della concessione;

osservato, altresì, che a quanto consta ogni integrazione e modifica richiesta è stata inviata dai proponenti entro il termine fissato dalla Regione al 15 settembre 2016;

evidenziato che a oggi la Regione non ha ancora provveduto a valutare il pubblico interesse e non ha assunto una decisione in merito alla procedura in argomento, benché sia abbondantemente scaduto il termine di cui al comma 9 dell'articolo 153 del decreto legislativo n. 163 del 2006;

evidenziato, pertanto, che sia ai proponenti che alla comunità algherese non è dato conoscere gli intendimenti dell'Amministrazione regionale intorno a un progetto di notevole importanza per tutto il territorio del nord-ovest della Sardegna, del quale il porto di Alghero costituisce uno dei volani del suo sistema economico, rappresentando una delle strutture diportistiche più grandi e attrezzate del Mediterraneo, con ampie prospettive di crescita e sviluppo che attendono solo di essere realizzate,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione per conoscere:
1) quali siano gli intendimenti dell'Amministrazione regionale in ordine alla gestione futura del Porto turistico di Alghero e, in particolare, alle proposte progettuali presentate dalla società "Marina di Alghero srl" e dal "Consorzio Porto di Alghero" nell'ambito della procedura amministrativa attivata dalla Regione ai sensi dell'articolo 153 del decreto legislativo n. 163 del 2006, al fine di concedere a terzi la gestione della struttura diportistica algherese previa presentazione di un progetto di finanza che ne preveda anche la riqualificazione e l'ampliamento;
2) quali siano gli impedimenti che a oggi non hanno consentito all'Amministrazione regionale di valutare il pubblico interesse, nonostante sia abbondantemente decorso il termine dei tre mesi previsto dal comma 9 dell'articolo 153 del decreto legislativo n. 163 del 2006.

Cagliari, 6 marzo 2017