CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 1029/A

INTERROGAZIONE CARTA, con richiesta di risposta scritta, sul caro tariffe nei traghetti per la Sardegna.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- le tariffe dei traghetti da e per la Sardegna hanno subito un rincaro che pone il trasporto via mare per la Sardegna come il più caro nel panorama mediterraneo;
- il costo a chilometro per il trasporto via mare dall'Italia in Sardegna varia da un minimo di euro 1,8 ad un massimo di euro 2,6;
- il costo a chilometro per la tratta dalla Francia alla Corsica varia da un minimo di euro 1,2 ad un massimo di euro 1,3;
- il costo a chilometro per la tratta dalla Spagna alle Baleari varia da un minimo di euro 1,9 ad un massimo di euro 2,1;
- tale differenza penalizza fortemente la Sardegna che costituisce, per tali motivi, una meta tra le più care del Mediterraneo;
- una famiglia che decidesse di trascorrere le vacanze pasquali in Sardegna pagherebbe per il solo viaggio quanto una crociera all inclusive;

considerato che:
- la situazione descritta in premessa rende praticamente impossibile raggiungere la Sardegna per le vacanze estive, ma anche per il periodo pasquale ormai alle porte, soprattutto per i numerosi emigrati che intendono visitare i familiari residenti nella nostra Isola;
- questi prezzi possono essere determinati anche da politiche di accaparramento dei posti da parte dei tour operators;
- tutti gli anni si ripropone il problema del caro traghetti senza che la Regione vada oltre vaghi impegni che invariabilmente non producono alcun effetto concreto;
- ormai venire in Sardegna costa più dello stare in Sardegna;
- non si possono accettare condizionamenti di così grande portata senza un intervento da parte della politica e in particolare di chi ha la responsabilità di un settore strategico come è quello dei trasporti;
- né il Governo italiano né quello sardo si stanno dimostrando garanti del trasporto via mare per la Sardegna con ciò contribuendo a cagionare danni gravissimi ai sardi residenti, ai turisti e all'economia della Sardegna;

visto l'ordine del giorno n. 8 approvato all'unanimità dal Consiglio regionale il 12 giugno 2014,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dei trasporti per sapere:
1) se sia stato avviato il costante monitoraggio delle tariffe dei collegamenti marittimi da e per la Sardegna come previsto al punto 1 dell'ordine del giorno;
2) se si sia provveduto a segnalare alle autorità competenti gli aumenti patologici che, come su descritto, possono rappresentare fattispecie con dei profili di illegittimità come ben chiarito al punto 2 dell'ordine del giorno;
3) se si sia provveduto a contrastare nelle sedi opportune la palese situazione di monopolio o di cartello che sta strangolando l'economia della Sardegna;
4) quali percorsi la Giunta regionale abbia individuato per attribuire nuovi e ulteriori strumenti politici e di governo in materia di trasporti marittimi.

Cagliari, 9 marzo 2017