CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 1036/A

INTERROGAZIONE LEDDA, con richiesta di risposta scritta, sugli attacchi di lepidotteri defogliatori al patrimonio boschivo isolano.

***************

Il sottoscritto,

premesso che attualmente le larve di lepidotteri (farfalle allo stato di larva) defogliatori, in particolare la "Lymantria dispar" e la "Malacosoma", creano gravi danni al patrimonio boschivo isolano, determinando spesso, nelle zone colpite, l'eliminazione totale dell'apparato fogliare delle specie quercine, con particolare riferimento alle "Quercus suber" delle cui foglie le larve si nutrono;

evidenziato che la defogliazione, totale o parziale, provoca sulle piante colpite uno stress fisiologico notevole in quanto nell'apparato fogliare avvengono i maggiori processi legati al metabolismo per cui in assenza delle foglie la pianta non può più svolgere il processo di fotosintesi clorofilliana né elaborare le linfa grezza, per cui è costretta a utilizzare tutte le sostanze di riserva immagazzinate e disponibili per ricostruire il fogliame e quanto necessario per lo svolgimento delle sue normali funzioni;

considerato che:
- sono capaci di infestare e defoliare intere foreste, provocando disturbi anche alla salute di chi risiede nei dintorni;
- a causa di tali infestazioni, dal giugno 2016 è stata emessa un'ordinanza di divieto di estrazione del sughero, per la quale 36 paesi del nuorese hanno dovuto bloccare i lavori di estrazione del sughero per salvaguardare la salute delle piante;
- per alcuni comuni il sughero rappresenta una grande risorsa che permette di ricavare introiti da destinare alle casse comunali e quindi a interventi pubblici;

evidenziato che:
- si sarebbe dovuto estrarre il sughero già l'anno scorso e ora, in marzo inoltrato, per procedere alla nuova estrazione che di solito si effettua nei mesi di maggio e di giugno, i comuni avrebbero già dovuto predisporre il bando di aggiudicazione dei lavori;
- la tempistica richiede mesi e al momento non sembra esserci in programma nessun intervento a riguardo;
- senza una risposta della Regione, i comuni interessati si trovano nelle condizioni di non poter prendere nessuna decisione in merito e a temere ancora per quest'anno per la salute dei boschi,

chiede di interrogare il Presidente della Regione, l'Assessore regionale della difesa dell'ambiente e l'Assessore regionale dell'agricoltura e riforma agro-pastorale per sapere se intendono intervenire urgentemente affinché si proceda alla risoluzione del problema.

Cagliari, 14 marzo 2017