CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

Mozione n. 13

MOZIONE LOTTO - COCCO Pietro - COLLU - COMANDINI - COZZOLINO - DEMONTIS - DERIU - FORMA - MANCA Gavino - MELONI - MORICONI - PINNA Rossella - PISCEDDA - SOLINAS Antonio - TENDAS sulle conseguenze degli interventi previsti dalla spending review, che hanno provocato l'ipotesi della chiusura della compagnia dei carabinieri di Ozieri e del posto di polizia ferroviaria di Chilivani dopo che il 20 giugno 2012 è già stata soppressa la stazione dell'Arma dei carabinieri di Chilivani, con richiesta di convocazione straordinaria del Consiglio ai sensi dei commi 2 e 3 dell'articolo 54 del Regolamento.

***************

IL CONSIGLIO REGIONALE

PREMESSO che:
- la presenza dello Stato nei territori delle zone interne della Sardegna rappresenta uno dei principali argini al grave fenomeno dello spopolamento che caratterizza le comunità di quei luoghi;
- sul territorio della Regione, specie nelle zone interne, va avanti un generale impoverimento dei servizi fondamentali quali l'istruzione, la sanità e i trasporti;
- è di pochi giorni la notizia che, nell'ambito della spending review, è stata ipotizzata la chiusura della compagnia dei carabinieri di Ozieri e del posto di polizia ferroviaria di Chilivani;
- il 20 giugno 2012 è già stata soppressa la stazione dell'Arma dei carabinieri di Chilivani;
- la scelta ipotizzata ha destato forte preoccupazione tra le popolazioni del Logudoro ed in particolare nell'Amministrazione comunale di Ozieri;

CONSIDERATO che l'Amministrazione comunale di Ozieri, con delibera di Giunta del 9 aprile 2014, n. 42, ha reagito con fermezza e responsabilità, premettendo e ribadendo:
- come sia indispensabile concorrere con un proprio contributo ad attuare politiche di risanamento finanziario, senza arroccarsi su posizioni localistiche;
- come la sicurezza debba rimanere cardine imprescindibile dello sviluppo sociale, senza per questo rinunciare ai processi di razionalizzazione delle spese al fine di ottenere consistenti risparmi purché vengano garantiti servizi efficienti ai cittadini;
- che, anche in considerazione del contesto di crisi economica ed occupazionale, la soppressione della compagnia dei carabinieri potrebbe aprire la strada ad un aumento degli episodi di criminalità;
- che Ozieri è il principale centro di riferimento del territorio interno della Provincia di Sassari e svolge un ruolo di capofila rispetto a importanti servizi statali e regionali; è sede di numerosi enti ed uffici tra cui: l'Unione dei comuni, l'ospedale e il Distretto sanitario, il Consorzio di bonifica del nord Sardegna, il Consorzio industriale, il Dipartimento per il cavallo, l'Ufficio del giudice di pace, l'Agenzia delle entrate, l'Inps, gli uffici delle tre agenzie regionali che operano in agricoltura Laore, Agris e Argea, la Stazione forestale; è sede inoltre di una delle otto diocesi della Regione, nonché della più importante struttura ippica della Sardegna in termini di presenze e manifestazioni di livello anche internazionale quale è l'ippodromo di Chilivani-Ozieri; sono presenti in città scuole pubbliche e private: asili nido, scuole primarie e secondarie; numerose banche e istituti di credito; Ozieri è la culla della cultura e della letteratura sarda;
- che anche la compagnia dei carabinieri, in questo contesto, è stata un insostituibile presidio della sicurezza pubblica e privata ed è divenuta un consolidato patrimonio della città di Ozieri e del territorio circostante;

RITENUTO che la stessa amministrazione, al fine di favorire il mantenimento della compagnia ad Ozieri, intende mettere a disposizione la struttura di sua proprietà, già utilizzata fino a quindici anni fa, come caserma dei carabinieri, ed ha formulato quindi una specifica proposta, peraltro già inoltrata per le vie brevi al Comando della Legione carabinieri Sardegna, che prevede che:
- il Comune di Ozieri realizzi con proprie risorse (attraverso la contrazione di un mutuo) l'adeguamento e la ristrutturazione della vecchia caserma e la messa a disposizione dell'Arma entro il 2015;
- il Ministero paghi un canone annuo che verrà quantificato con successivi atti;
- dopo 20 anni (durata del mutuo) l'immobile verrà ceduto gratuitamente al Demanio statale;

PRESO ATTO che la suddetta proposta è stata già inoltrata al Generale di Brigata Antonio Bacile, comandante della Legione dei carabinieri Sardegna e che gli uffici del Comune hanno provveduto ad inoltrare alla Regione ed al Provveditorato delle opere pubbliche a Cagliari richiesta di finanziamento, anche parziale, dell'opera,

impegna il Presidente della Regione

1) ad intervenire con puntualità sulle tematiche inerenti la piaga dello spopolamento delle zone interne della Sardegna favorendo e rafforzando in ogni modo la presenza dei servizi dello Stato;
2) a intervenire presso il Presidente del Consiglio dei ministri ed il Ministro dell'interno perché venga trovata una soluzione affinché il ridimensionamento in programma venga rivisto;
3) ad adottare ogni misura per venire incontro ai propositi dell'Amministrazione di Ozieri anche con eventuali contributi finanziari per rendere più agevole il conseguimento dell'obiettivo.

Cagliari, 15 aprile 2014