CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

Mozione n. 18

MOZIONE PERU - PITTALIS - RUBIU - DEDONI - SOLINAS Christian - FENU - CAPPELLACCI - CHERCHI Oscar - FASOLINO - LOCCI - RANDAZZO - TEDDE - TUNIS - ZEDDA Alessandra - TATTI - PINNA Giuseppino - OPPI - COSSA - CRISPONI - CARTA - ORR┌ - TOCCO - TRUZZU sull'operato del gruppo BPER relativo al progetto di fusione per incorporazione della societÓ ABF LEASING nella societÓ SARDALEASING, con richiesta di convocazione straordinaria del Consiglio ai sensi dei commi 2 e 3 dell'articolo 54 del Regolamento.

***************

IL CONSIGLIO REGIONALE

PREMESSO che:
- nella scorsa legislatura il Consiglio regionale aveva deliberato l'istituzione di una Commissione speciale per fare luce sull'acquisizione del Banco di Sardegna e del Banco di Sassari da parte del gruppo BPER e sull'operato, funzione e ruolo svolto dalla Fondazione Banco di Sardegna;
- la Commissione speciale non Ŕ stata mai insediata, creando un vuoto sul ruolo del principale attore creditizio nel tessuto socio-economico sardo;
- i progetti strategici del gruppo bancario BPER sembrano guardare con sempre crescente interesse all'economia emiliana, con conseguenti decisioni penalizzanti per la Sardegna; nello specifico, negli organi amministrativi della Fondazione Banco di Sardegna e delle societÓ Banco di Sardegna, Banca di Sassari, Sardaleasing e Numera, sono presenti espressioni imprenditoriali e politiche sarde, alcune di nomina del Consiglio regionale, che dovrebbero tutelare gli interessi del territorio sardo;

CONSIDERATO che
- la BPER nel 2008 aveva presentato il progetto di fusione di Sardaleasing (controllata al 91% dal Banco di Sardegna, al 5% dalla BPER, al 2,96% da Sfirs Spa, al 0,80% Leasinvest Spa, al 0,07% CCIAA di Cagliari e al 0,01%.CCIAA di Nuoro) con ABF Leasing (100% BPER);
- tale progetto era stato sospeso dal Banco di Sardegna per la mancata condivisione delle linee applicative;
- lo stesso progetto ha ripreso vigore ed Ŕ stato inspiegabilmente approvato successivamente al rinnovo dei vertici della Fondazione e del Banco di Sardegna avvenuto nel 2013;
- il progetto di fusione per incorporazione della societÓ ABF Leasing nella Sardaleasing S.p.A., storico intermediario finanziario di riferimento del territorio sardo da oltre 30 anni, prevede incomprensibilmente il trasferimento della direzione generale da Sassari presso la sede della societÓ incorporata a Milano, con un impoverimento del patrimonio finanziario e operativo messo a servizio della realtÓ imprenditoriale e del tessuto economico e sociale dell'intera isola;
- tale progetto rappresenta l'atto finale del completo assorbimento del Banco di Sardegna, della Banca di Sassari e della Sardaleasing nel circuito del Guppo BPER;
- il trasferimento del centro direzionale a Milano comporterÓ un oggettivo aggravio nelle politiche di erogazione del credito in favore delle imprese isolane per il diverso atteggiamento e la non specifica conoscenza dell'imprenditorialitÓ isolana da parte della nuova Amministrazione rispetto alla attuale;
- lo spostamento del centro decisionale, anche alla luce del grido di allarme evidenziato dai sindacati unitari del settore, potrebbe essere, oltre una perdita di patrimonio professionale, la prima tappa di un progetto pi¨ ampio che porterebbe a ridimensionare l'organico operante in Sardegna di una societÓ ben radicata nel proprio territorio,

impegna il Presidente della Regione
e l'Assessore regionale della programmazione, bilancio, credito e assetto del territorio:

1) ad assumere ogni utile informativa sulle motivazioni che hanno originato il cambio di orientamento e la mancata azione di tutela da parte dei rappresentanti dell'istituzione regionale, all'interno della Fondazione del Banco di Sardegna e del Consiglio di amministrazione dello stesso istituto di credito, finalizzata a evitare che si consumasse tale ignobile scippo per l'economia e il territorio sardo;
2) ad assumere ogni utile iniziativa, considerati i rapporti intrattenuti dalla Regione con le societÓ bancarie del gruppo BPER, presso gli organismi dirigenziali di quest'ultimo e presso i rappresentanti della Regione nella Fondazione Banco di Sardegna, per evitare il trasferimento della direzione generale della Sardaleasing da Sassari a Milano.

Cagliari, 16 aprile 2014