CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

Mozione n. 30

MOZIONE LAI - AGUS - COCCO Daniele Secondo - PIZZUTO - PISCEDDA, sulla carenza dei trasporti extraurbani e la mancata realizzazione della elettrificazione della linea ferroviaria Settimo San Pietro-Dolianova, con particolare riferimento ai collegamenti da Cagliari a Dolianova e viceversa.

***************

IL CONSIGLIO REGIONALE

VISTA:
- la legge n. 211 del 1992 relativa a "Interventi nel settore dei sistemi di trasporto rapido di massa" che all'articolo 1, comma 1, recita "Ai fini dello sviluppo del trasporto pubblico possono avvalersi dei benefici previsti dalla presente legge i comuni individuati su proposta delle regioni interessate....";
- la legge regionale n. 21 del 2005 "Disciplina e organizzazione del trasporto pubblico locale in Sardegna" che recita:
a) Art. 1- "La Regione adotta concrete misure che assegnino al trasporto collettivo un ruolo fondamentale e principale nello sviluppo socio-economico della comunità isolana e assicurino il contenimento dei consumi energetici e la riduzione delle cause di inquinamento ambientale.";
b) Art. 8 - "La Regione, in materia di trasporto pubblico di interesse regionale e locale in raccordo con la pianificazione dei trasporti dello Stato, svolge le funzioni di programmazione, finanziamento, indirizzo, coordinamento, controllo e monitoraggio.";
c) Art. 20 - "La Regione garantisce il diritto alla mobilità attraverso i servizi minimi di trasporto pubblico locale; … Essi devono assicurare:
a) l’integrazione fra le reti di trasporto alle diverse scale territoriali e fra i differenti modi di trasporto;
b) il pendolarismo scolastico e lavorativo;
c) la fruibilità da parte degli utenti dei servizi amministrativi, socio-sanitari e culturali;
d) le esigenze di ridurre la congestione del traffico e l’inquinamento acustico ed atmosferico;
e) le esigenze di spostamento porta-porta di specifici target di domanda;
f) la necessità di trasporto delle persone con ridotta capacità motoria.";

VISTO:
- il Piano regionale dei trasporti approvato con deliberazione di Giunta regionale n. 66/23 del 27 novembre 2008, che ha tra gli obiettivi:
- rendere più accessibile il sistema a tutte le categorie fisiche e sociali e, in particolare, alle fasce più deboli e marginali in qualsiasi parte del territorio siano localizzate;
- la riduzione del consumo energetico e delle emissioni inquinanti in coerenza con il piano energetico ambientale regionale;
- lo stesso Piano regionale dei trasporti che prevede tra le sue azioni:
- il rinnovo dell'infrastruttura ferroviaria;
- il rinnovo del parco rotabile a scartamento ridotto con l'adozione del tram-treno;
- il "Protocollo d'intesa" tra l'Amministrazione provinciale di Cagliari, l'unione dei comuni del Parteolla e Basso Campidano e la Gestione governativa Ferrovie della Sardegna per la progettazione e la realizzazione di un centro intermodale sito in Dolianova che ha come obiettivo la creazione di nodi di interscambio tra i diversi modi di trasporto, in particolare gomma-ferro; che tale progetto si trova a uno stato di progettazione preliminare realizzato dalla Provincia di Cagliari per un importo di euro 2.000.000 e che prevede la realizzazione dei seguenti interventi:
a) stazione passeggeri con annessi servizi complementari;
b) parcheggio per auto o bus, per consentire lo scambio da mezzo su gomma a mezzo su ferro;
c) parcheggio per moto e biciclette;
d) terminal autobus;

CONSIDERATO che:
- nei comuni interessati all'accordo, negli ultimi anni si è avuta, oltre a un incremento demografico superiore alla media regionale, una notevole crescita delle funzioni urbane all'interno dell'area metropolitana di Cagliari, sia per la presenza di aree produttive (PIP di Selargius, Settimo San Pietro, Sinnai, Dolianova e Donori), sia per le funzioni terziarie, anche di interesse regionale, che vi si esercitano, che ha inevitabilmente determinato un incremento esponenziale della mobilità che ha generato fenomeni di congestione che compromettono l'intero sistema relazionale dei territori interessati, con particolare riguardo ai problemi della sicurezza stradale e di inquinamento acustico e atmosferico;
- è necessario organizzare il trasporto pubblico locale in maniera tale da incrementare l'uso dei mezzi pubblici di trasporto da parte dei cittadini, favorendo l'integrazione intermodale che richiede la realizzazione di un sistema di trasporto con reti strutturate e interconnesse sia spazialmente che temporalmente;
- la crescita dell'accessibilità, nell'ambito di un potenziamento della mobilità e delle reti di trasporto integrate, può consentire la riduzione dell'isolamento non solo geografico, ma anche socio-economico, unitamente alla riduzione dello spopolamento dei piccoli comuni;

CONSTATATO che:
- l'area geografica del Parteolla, che ha nell'unione dei comuni la sua rappresentanza istituzionale, è composta da una popolazione di circa 17.000 abitanti che gravitano giornalmente verso l'area metropolitana di Cagliari;
- la carenza di mezzi che assicurano la copertura in alcune fasce orarie, in particolare quelle dei pendolari studenti e lavoratori, crea non pochi disagi agli stessi che quotidianamente si trovano costretti ad un viaggio difficoltoso nel collegamento della linea di trasporto extraurbano Dolianova-Cagliari e viceversa;
- gli spostamenti con mezzo di trasporto collettivo su ferro risultano circa il 7 per cento, mentre gli spostamenti con mezzi di trasporto su gomma rappresentano il 93 per cento del totale;
- l'obiettivo primario dell'accordo è il potenziamento infrastrutturale del sistema trasportistico per il miglioramento della mobilità attraverso la riqualificazione dell'attuale linea ferroviaria in metropolitana leggera di superficie, intesa a razionalizzare e velocizzare il sistema trasportistico con una riduzione notevole dei livelli d'inquinamento atmosferico e acustico e l'abbattimento degli accessi dei veicoli verso e dentro il capoluogo;
- è interesse del Comune di Cagliari consorziarsi con altri comuni al fine di potenziare il servizio di trasporto pubblico locale e ampliare i collegamenti con i comuni limitrofi e le maggiori sedi di servizi di natura comprensoriale in modo da venire incontro alle sempre maggiori esigenze dei cittadini, spesso disattese da un servizio di trasporto pubblico locale assente e inadeguato,

impegna il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dei trasporti

1) ad assumere tutte le iniziative possibili al fine di reperire le risorse utili e necessarie per il completamento della elettrificazione della linea ferroviaria Settimo San Pietro Dolianova e affinché si adoperino perché vengano incrementati i collegamenti da Dolianova verso Cagliari e viceversa al fine di consentire alle decine di migliaia di famiglie e operatori economici che gravitano nel territorio di poter fruire, al pari di altri, dell'adeguatezza del sistema di viabilità extraurbana.

Cagliari, 15 maggio 2014