CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

Mozione n. 36

MOZIONE MANCA Pier Mario - CHERCHI Augusto - USULA - ZEDDA Paolo sulla mancata istituzione dell'organismo pagatore, così come previsto dall'articolo 22, comma 3, della legge regionale 8 agosto 2006, n. 13.

***************

IL CONSIGLIO REGIONALE

PREMESSO che la legge regionale 8 agosto 2006, n. 13 all'articolo 22, comma 3, attribuiva all'Agenzia ARGEA le funzioni di organismo pagatore degli aiuti, contributi o premi, finanziati o cofinanziati dall'Unione europea, a favore delle imprese agricole operanti in Sardegna;

CONSIDERATO che, a distanza di circa 8 anni, l'Agenzia ARGEA non ha ancora provveduto all'istituzione dell'organismo pagatore e che la gestione e il controllo delle spese finanziate dai fondi FEAGA e FEASR è in capo all'Agenzia AGEA con sede in Roma;

EVIDENZIATO che, in Italia, sono riconosciuti dall'autorità competente, designata a livello ministeriale (decreto ministeriale 17 giugno 2009), 11 organismi pagatori di cui 8 operanti a livello regionale e 2 operanti a livello nazionale, in relazione a specifiche misure (riso ed esportazioni) e l'AGEA che svolge tale ruolo per le regioni che non hanno un proprio organismo pagatore;

ACCERTATO che le performances di spesa degli organismi pagatori regionali risultano superiori a quelli delle regioni che si avvalgono di AGEA;

RILEVATO che l'attivazione dell'organismo pagatore garantirebbe il rispetto delle regole e delle priorità stabilite dalla nostra Regione diventando, nei confronti degli imprenditori agricoli, l'organismo regionale responsabile dell'intero procedimento amministrativo, evitando al contempo le complessità burocratiche spesso insormontabili e lo "scaricabarile" delle responsabilità sui numerosi ritardi dei pagamenti che in questi anni ha caratterizzato la gestione del PSR;

CONSIDERATO che l'istituzione dell'organismo pagatore non comporterebbe un consistente incremento dei costi a carico della Regione, dal momento che l'Assessorato regionale dell'agricoltura e riforma agro-pastorale ha già attivato un suo sistema informativo (SIAR) compatibile con il sistema nazionale (SIAN) e che l'unico aggravio di costi potrebbe essere rappresentato dalla convenzione con i CAA per la tenuta dei fascicoli aziendali,

impegna il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'agricoltura
e riforma agro-pastorale

1) a porre in essere tutte le azioni necessarie per l'immediata istituzione dell'organismo pagatore sardo così come previsto dalla legge regionale n. 13 del 2006;
2) a verificare, tenendo conto che il termine ultimo per l'operatività dell'organismo pagatore per l'annualità 2014/2015 è il 16 ottobre 2014, che l'iter procedurale per completare l'istanza di riconoscimento, presso la direzione del Ministero delle politiche agricole, avvenga necessariamente entro il mese di settembre 2014;
3) a far in modo, qualora non si riesca a rendere operativo l'organismo pagatore sardo per l'annualità 2014/2015, ad avocare le competenze dei controlli in loco e lasciando ad AGEA le sole attività di pagamento, contabilizzazione e rendicontazione sino al riconoscimento dell'organismo pagatore sardo.

Cagliari, 27 maggio 2014