CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

Mozione n. 187

MOZIONE TRUZZU - TEDDE - PITTALIS - RUBIU - DEDONI - CARTA - LAMPIS - SOLINAS Christian - FLORIS - TOCCO - ZEDDA Alessandra - FASOLINO - LOCCI - CAPPELLACCI - RANDAZZO - PERU - CHERCHI Oscar - TUNIS - OPPI - PINNA Giuseppino - TATTI - ORRÙ - COSSA - CRISPONI per candidare la scuola di volo Alitalia di Alghero a centro operativo in cui svolgere la seconda fase della formazione piloti Alitalia sul territorio nazionale, con richiesta di convocazione straordinaria del Consiglio ai sensi dei commi 2 e 3 dell'articolo 54 del Regolamento.

***************

IL CONSIGLIO REGIONALE

PREMESSO che la scuola di volo Alitalia di Alghero nasce nel 1980 per soddisfare la crescente esigenza di personale di volo della compagnia di bandiera;

CONSIDERATO che:
- nel 1988, i due aeromobili P.166DL3 sono stati sostituiti da tre Piper PA-42 Cheyenne, dotati di strumentazione più recente, in linea con una nuova generazione di velivoli e assieme a essi è stato acquistato anche un sofisticato simulatore di volo (Full flight simulator) dotato di sistema "Motion" e "Visual", che permette l'addestramento degli allievi piloti simulando ogni condizione di volo normale, anormale e di emergenza;
- il fortissimo aumento del costo del carburante e gli scenari imprevedibili causati dalla guerra del Golfo hanno costretto dapprima a ridurre e poi ad alienare definitivamente, nel 1995, la flotta degli aeromobili monomotore SF.260 e, contemporaneamente, a spostare l'addestramento iniziale a Vero Beach (Florida), presso l'organizzazione denominata Flight Safety;
- al fine di rendere l'attività più snella e concorrenziale a livello non solo nazionale ma anche internazionale, dal 1999 ha iniziato la propria attività l'unità di business del gruppo Alitalia denominata Skymaster, e in quest'ottica di riduzione ulteriore dei costi di carburante, tasse di atterraggio ecc., si è provveduto all'acquisito di un secondo simulatore di volo del Piper PA-42 Cheyenne con contributo di So.Ge.A.Al, ovvero della società di gestione dell'aeroporto di Alghero;
- il 21 dicembre 2001 è stata certificata dall'Enac e autorizzata a operare come organizzazione di addestramento al volo, Flight training organization (FTO), rispondente ai requisiti imposti in sede europea JAR-FCL-1;
- la certificazione permette alla scuola di rilasciare licenze e abilitazioni riconosciute a livello europeo e di porsi in maniera competitiva sull'ampio mercato internazionale della formazione dei piloti di linea;

VISTO che:
- dalla sua apertura, la scuola ha addestrato circa 1600 piloti, di cui 558 "ab initio" e circa 300 per enti esterni (Esercito italiano, Azienda autonoma di assistenza al volo, Regione autonoma della Sardegna, Kuwait air force (KAF), Evaairwais ecc.);
- dal 1° ottobre 2005, la scuola di volo è stata chiusa in maniera definitiva, con la Cassa integrazione guadagni straordinari (CIGS) a zero ore per tutti i dipendenti e con il trasloco graduale di materiali e attrezzature, portato a compimento il 28 novembre 2006, perché oramai considerata dalla dirigenza una struttura onerosa e fuori mercato, nonostante le numerose richieste di partecipazione ai corsi e l'impegno profuso dal personale locale, con sacrifici e massima disponibilità;
- dal momento in cui Alitalia ufficiosamente affermava che la scuola non avrebbe ripreso l'attività, l'obbiettivo dei dieci lavoratori è sempre stato quello di un fisiologico riposizionamento in un altro ente aeroportuale, condizione che per diversi motivi non è mai avvenuta;

CONSIDERATO che:
- nel settembre 2007 i dipendenti della scuola di volo di Alghero sono stati trasferiti a Fiumicino e, dopo circa un anno, coloro che hanno resistito al trasferimento, sono stati posti in CIGS e poi in mobilità;
- il 22 ottobre 2015 finiranno gli ammortizzatori sociali a sostegno del reddito per circa 2000/3000 lavoratori Alitalia, tant'è che nel Lazio, regione più colpita dagli esuberi, le organizzazioni sindacali, in collaborazione con gli enti regionali stanno cercando di individuare soluzioni per riassorbire quanti rimarranno senza reddito;

VISTO che:
- Alitalia ha ripreso l'attività di formazione piloti presso le strutture di Al Ain International Airport ad Abu Dhabi, attivando una prima fase di addestramento;
- una seconda fase della formazione piloti è programmata in Italia, in una sede ancora non individuata,

impegna il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dei trasporti

a convocare un tavolo Regione-Alitalia per candidare la struttura dell'ex scuola di volo di Alghero a centro operativo in cui svolgere la seconda fase della formazione piloti Alitalia prevista sul territorio nazionale, anche al fine di riassorbire i 5 lavoratori in esubero della vecchia scuola di volo di Alghero.

Cagliari, 21 ottobre 2015