CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

Mozione n. 246

MOZIONE LOCCI - PITTALIS - CAPPELLACCI - CARTA Giancarlo - CHERCHI Oscar - FASOLINO - RANDAZZO - TEDDE - TOCCO - TUNIS - ZEDDA Alessandra sulla proposta di trasferimento in Sardegna dell'Agenzia europea per i medicinali (EMA).

***************

IL CONSIGLIO REGIONALE

PREMESSO che:
- l'Agenzia europea per i medicinali (European medicines agency- EMA) è l'agenzia comunitaria dell'Unione europea per la valutazione dei medicinali;
- l'EMA è stata fondata nell'anno 1995 ed ha la sua sede a Londra;
- l'Agenzia è responsabile della valutazione scientifica, del monitoraggio, della supervisione e della sicurezza dei farmaci sviluppati da aziende farmaceutiche per l'uso nella Unione europea; tutela la salute pubblica e degli animali negli stati membri della UE, nonché nei paesi dello spazio economico europeo, assicurando che tutti i farmaci disponibili sul mercato della UE siano sicuri, efficaci e di alta qualità;
- l'Agenzia europea per i medicinali serve un mercato di oltre 500 milioni di persone che vivono nella UE e svolge anche un ruolo di sostegno alla ricerca nel settore farmaceutico, promuovendo l'innovazione e lo sviluppo di nuovi farmaci;
- l'EMA è una organizzazione di rete le cui attività comprendono migliaia di esperti, provenienti da tutta Europa, che svolgono il loro lavoro attraverso i comitati scientifici dell'EMA;

CONSIDERATO che:
- l'Italia, con 29 miliardi di fatturato e 63 mila addetti, è il secondo produttore farmaceutico della UE, una posizione che si conferma con investimenti in prodotti e tecnologie sempre più innovative che hanno reso possibile la forte crescita dell'export (+50 per cento dal 2010 al 2014) e la ripresa dell'occupazione nel 2014 (+1 per cento);
- la crescita della produzione farmaceutica negli ultimi cinque anni è stata originata:
a) per il 23 per cento da attività già realizzate in Italia;
b) per il 21 per cento da produzione di nuovi farmaci;
c) per il 47 per cento dall'attrazione in Italia di produzioni prima effettuate in altri paesi;
- l'Italia può contare su un'Agenzia del farmaco (AIFA) riconosciuta a livello internazionale come modello di best practice per l'innovatività delle modalità di accesso ai farmaci: un modello a cui guardano molti paesi e che potrebbe essere reso ancora più efficiente;

EVIDENZIATO che la vittoria del Leave al referendum inglese del giugno 2016 e la conseguente uscita del Regno Unito dall'Unione europea determinerà inevitabilmente la necessità di ricollocare la sede di varie autorità comunitarie con sede a Londra, tra le quali l'EMA;

PRESO ATTO che:
- le imprese farmaceutiche rappresentano oltre l'80 per cento del settore delle biotecnologie per la salute in Italia, con un ruolo determinante nella filiera di oltre 400 farmaci e vaccini in sviluppo;
- anche per le aziende del farmaco lo scenario globale sta cambiando profondamente;
- gli investimenti si indirizzano verso i paesi più accoglienti in termini di innovazione e la Sardegna ha notoriamente capacità e vocazione all'innovazione;

RITENUTO che
- il trasferimento in Sardegna della sede dell'Agenzia europea per i medicinali sarebbe una opportunità di grande interesse per la nostra regione e avrebbe positive ricadute economiche, scientifiche ed occupazionali;
- la sede dell'Agenzia europea per i medicinali in Sardegna diverrebbe un'attrattiva strategica verso la nostra Isola in termini di investimenti internazionali nel campo della ricerca e della sperimentazione dei farmaci;
- la Regione si dovrebbe adoperare con ogni mezzo per cercare di trasferire in Sardegna l'Agenzia EMA,

impegna il Presidente della Regione e la Giunta regionale

1) a compiere ogni azione utile presso il Governo nazionale affinché siano attivate tutte le iniziative istituzionali necessarie per candidare la Sardegna ad ospitare l'Agenzia europea per i medicinali;
2) a stanziare, ove risultasse necessario, adeguate risorse per favorire la concretizzazione di tale opportunità.

Cagliari, 27 luglio 2016