CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

Mozione n. 255

MOZIONE DEDONI - COSSA - CRISPONI sulla mancata nomina dei commissari straordinari delle aziende sanitarie locali entro il termine di cui alla legge regionale 27 luglio 2016, n. 17.

***************

IL CONSIGLIO REGIONALE

PREMESSO che il 27 luglio 2016 è stata approvata la legge regionale n. 17, che istituisce dal 1° gennaio 2017 l'Azienda per la tutela della salute (ATS);

CONSIDERATO che la su citata norma prevede che entro il 31 agosto 2016 la Giunta regionale nomini i vertici delle aziende destinate all'incorporazione nell'ATS;

RILEVATO che allo scadere del termine previsto le nomine non sono state fatte;

EVIDENZIATO che l'Assessorato regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale, con nota n. 23435 del 1° settembre 2016, ha prorogato gli attuali commissari delle aziende sanitarie per un periodo di 45 giorni, ai sensi della legge n. 444 del 1994;

RITENUTO che la normativa di cui alla legge n. 444 del 1994 non sia applicabile al caso degli organi straordinari di qualsiasi amministrazione, incluso il caso delle aziende del servizio sanitario regionale, come indicato anche nella sentenza del Consiglio di Stato n. 3653 del 3 luglio 2001 che statuisce chiaramente quanto segue: "Non si contesta l'affermazione del primo giudice in ordine alla inapplicabilità alla figura del commissario straordinario delle disposizioni contenute nella legge n. 444 del 15.7.1994 ed in particolare della proroga di 45 giorni prevista dall'art. 3 della predetta legge. Ed invero, secondo un costante orientamento giurisprudenziale, risalente ad epoca anteriore alla legge n. 444/1994, il regime di prorogatio (legale o di fatto) non può ottenere estensione allorché si tratti, come nel caso di specie, di organo straordinario, temporaneo ed eccezionale.";

VALUTATO che, pertanto, le aziende sanitarie della Regione, grazie ad un micidiale intruglio di insipienza politica e superficialità tecnica, sono da giorni completamente paralizzate in quanto assolutamente prive di dirigenti autorizzati a prendere decisioni di qualsivoglia natura;

PRECISATO che la salute dei sardi è una cosa seria e non può essere lasciata nelle mani di dilettanti,

impegna la Giunta regionale

1) a riferire in Aula quanto prima sulle motivazioni e sulle conseguenze della mancata nomina dei commissari straordinari delle aziende sanitarie locali entro il termine di cui alla legge regionale 27 luglio 2016, n. 17;
2) a prendere coscienza del fallimento della Giunta regionale, che in quasi tre anni di gestione ha aumentato la spesa, fatto un clientelismo mai visto prima, prodotto una disastrosa razionalizzazione della rete ospedaliera e ora si trova alle prese con una riforma necessaria, ma difficile da avviare, senza sapere bene dove mettere le mani.

Cagliari, 9 settembre 2016