CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

Mozione n. 257

MOZIONE ZEDDA Paolo Flavio - USULA - SOLINAS Christian - GAIA sulla necessità che la Sardegna esprima il proprio sostegno e la propria solidarietà internazionale alle iniziative del popolo corso volte all'approvazione di un provvedimento di amnistia per i condannati politici corsi e per gli indagati per fatti politici antecedenti la data del 25 giugno 2014.

***************

IL CONSIGLIO REGIONALE

PREMESSO che:
- a seguito dell'incontro del 28 aprile 2016 tra i rappresentanti delle rispettive Assemblee, Sardegna e Corsica hanno sancito istituzionalmente la volontà di una stretta collaborazione finalizzata al perseguimento di interessi comuni;
- l'accordo di collaborazione è stato recepito, per la parte sarda, con la mozione n. 233 del 28 aprile 2016 con la quale è stato deliberata l'adesione di questo Consiglio "alla costituzione della Consulta sardo-corsa per la predisposizione di atti, documenti, e di ogni ulteriore iniziativa finalizzata al conseguimento degli obiettivi citati in premessa, nonché per la salvaguardia e la valorizzazione delle identità del popolo sardo e del popolo corso";
- la Consulta sardo-corso è stata successivamente insediata ad Ajaccio, in data 8 luglio 2016;

PREMESSO, altresì, che:
- in data 25 giugno 2014, il Fronte di liberazione nazionale della Corsica (FLNC) ha annunciato, unilateralmente e senza condizioni, un processo di demilitarizzazione e l'uscita dalla clandestinità, contestualmente alla decisione di perseguire i propri fini, e in primo luogo quello dell'indipendenza della Corsica, su un piano strettamente politico;
- la decisione del FLNC ha portato a conclusione un ciclo politico turbolento durato quattro decenni e ha posto contestualmente le basi per una soluzione politica della "Questione corsa", permettendo all'isola di guardare con maggiore serenità al proprio futuro, nella prospettiva di una costruzione nazionale del proprio sviluppo politico, economico, sociale e culturale;

DATO ATTO che:
- oltre 160 comuni corsi, La Collectivité Territoriale de Corse - con i suoi Presidenti Gilles Simeoni e Jean Guy Talamoni - Le Conseil Général de Haute-Corse, l'Università di Corsica Pasquale Paoli, gran parte del mondo dell'associazionismo e diversi esponenti del mondo della cultura e dell'arte chiedono ufficialmente al governo francese di adottare una legge di amnistia per tutti i prigionieri politici e gli indagati per fatti politici risalenti al periodo antecedente al 25 giugno 2014;
- in tutti i paesi nei quali si sono verificati conflitti similari a quelli accaduti in Corsica, un provvedimento di amnistia ha rivestito una funzione propedeutica alla normalizzazione della vita politica e all'incardinamento del conflitto in meccanismi di tipo istituzionale;

RITENUTO opportuno che, in nome della fratellanza che lega ormai anche istituzionalmente il popolo sardo e il popolo corso, la Sardegna esprima la propria solidarietà e il proprio sostegno alle iniziative del FLNC e di gran parte della società corsa,

impegna il Presidente della Regione e la Giunta regionale

1) ad esprimere la solidarietà internazionale della Sardegna alla Corsica e a sostenere le iniziative del popolo corso volte all'approvazione, da parte del Governo francese, di un provvedimento generale di amnistia per i prigionieri politici corsi e per gli indagati per fatti politici antecedenti alla data del 25 giugno 2016;
2) a promuovere tale iniziativa anche in ambito comunitario e attraverso contatti diretti e richieste ufficiali al Governo francese.

Cagliari, 15 settembre 2016