CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

Mozione n. 265

MOZIONE TRUZZU - PITTALIS - RUBIU - DEDONI - CARTA Angelo - TEDDE - ZEDDA Alessandra - CHERCHI Oscar - TUNIS - CAPPELLACCI - TOCCO - LOCCI - FASOLINO - RANDAZZO - OPPI - TATTI - PINNA Giuseppino - COSSA - CRISPONI - ORRÙ - SOLINAS Christian - FLORIS - SATTA contro la chiusura e il ridimensionamento delle agenzie INPS sul territorio regionale, con richiesta di convocazione straordinaria del Consiglio ai sensi dei commi 2 e 3 dell'articolo 54 del Regolamento.

***************

IL CONSIGLIO REGIONALE

PREMESSO che con determinazione presidenziale INPS n. 135 del 13 ottobre 2016, con oggetto "Piano di riassetto territoriale delle Direzioni provinciali di Cagliari, Sassari e Nuoro. Chiusura e trasformazione in Punto INPS delle Agenzie di Sant'Elia (CA), Isili (CA), Giba (CA), Thiesi (SS) e Gavoi (NU). Chiusura dell'Agenzia di Pirri (CA)", è stata disposta la chiusura o trasformazione delle sedi dell'istituto sul territorio regionale;

CONSIDERATO che:
- tale riorganizzazione dell'Istituto, tenuto conto altresì delle nuove competenze ad esso affidate, apparentemente risponde a criteri di economicità ed efficienza, ma nella sostanza si concreta in una riduzione dei servizi e un incremento dei costi per il cittadino;
- la chiusura e trasformazione in semplici punti INPS delle agenzie di Sant'Elia, Isili, Giba, Thiesi e Gavoi, determinerà un maggior afflusso degli utenti verso le sedi centrali, con un ulteriore congestionamento delle aree urbane e un peggioramento della qualità del servizio offerto al cittadino;
- la chiusura dell'agenzia INPS di Isili, con conseguente trasformazione in semplice punto INPS, verrebbe ad incidere sull'utenza residente nei 15 comuni del Sarcidano-Barbagia di Seulo provocando notevoli disagi alla popolazione, con particolare riferimento ad anziani, disabili, pensionati e disoccupati, costretti ad effettuare lunghi spostamenti, in una rete stradale tortuosa o costringendoli all'utilizzo di un'inefficiente e approssimativa rete di trasporto pubblico locale;
- la chiusura e il ridimensionamento delle sedi INPS in alcune delle periferie urbane più popolose e delle aree interne oggi a maggior rischio spopolamento, costituisce de facto un nuovo arretramento dello Stato e delle sue agenzie operative, nonché un'ulteriore riduzione della presenza istituzionale in territori in cui la recente crisi socio-economica fa sentire maggiormente la sua morsa;
- il punto INPS, come si evince dai documenti interni dell'Istituto, costituisce un'ulteriore articolazione dell'Istituto sul territorio, un modulo organizzativo INPS assimilabile ad uno "sportello avanzato" dipendente dall'agenzia territoriale o interna della direzione provinciale e si tratta di una struttura "leggera", gestita di norma su prenotazione attraverso "agenda appuntamenti", in giorni e fasce orarie predefinite ed adeguate al volume di accessi da parte del pubblico;
- la chiusura di alcune sedi INPS non può nemmeno essere giustificata da ragioni di economicità o riduzione dei costi, giacché in alcuni casi i locali in cui viene erogato il servizio al cittadino sono messi gratuitamente a disposizione dell'Istituto da parte delle amministrazioni comunali, come nel caso di Isili e Cagliari Sant'Elia;

VISTO che per l'ennesima volta le decisioni dell'INPS sulla presenza territoriale vengono prese senza la minima concertazione con i vari soggetti pubblici e il coinvolgimento delle istituzioni locali, nonostante le stesse possano generare evidenti ripercussioni sull'utenza;

TENUTO CONTO che il mantenimento delle agenzie INPS è di fondamentale importanza per territori già pesantemente penalizzati dalla soppressione di altri uffici e da una graduale e costante fuga dello Stato dalle zone interne e periferiche,
impegna il Presidente della Regione e la Giunta regionale
ad assumere con urgenza ogni utile iniziativa con il Governo nazionale e con la Direzione generale nazionale dell'INPS al fine di scongiurare una riduzione della presenza delle agenzie INPS sul territorio regionale, chiedendo che venga sospesa e ritirata l'esecutività della determinazione INPS in premessa.

Cagliari, 25 ottobre 2016