CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

Mozione n. 296

MOZIONE SATTA - FASOLINO - MELONI - ZANCHETTA sull’istituzione di collegamenti marittimi tra la Sardegna e la Corsica.

***************

IL CONSIGLIO REGIONALE

PREMESSO che:
- a far data dal 1° aprile 2016, la Saremar Spa ha cessato i propri servizi di collegamento marittimo tra le isole minori di S. Pietro e La Maddalena e tra Santa Teresa di Gallura e Bonifacio;
- nel bando pubblico per l’affidamento di tali servizi, pubblicato nel mese di gennaio 2016, sono stati esclusi i servizi di collegamento marittimo tra la Sardegna e la Corsica;
- dal giorno 1° aprile 2016 il collegamento marittimo Santa Teresa di Gallura-Bonifacio è esercito esclusivamente da società che operano in regime di libero mercato senza oneri di servizio pubblico che possano garantire la continuità del servizio e la regolamentazione delle tariffe applicate;
- gli scambi commerciali internazionali tra le due isole incidono significativamente sull’intera economia sarda e sono garantiti quasi esclusivamente da tale collegamento marittimo;

VERIFICATO che:
- le due società che operano attualmente sulla tratta non garantiscono la necessaria continuità di servizio per motivi diversi;
- l’unica unità navale attualmente impiegata, la MT GIRAGLIA, ha una limitata capacità operativa che non ne consente l’utilizzo in condizioni meteo marine anche parzialmente sfavorevoli;
- in diverse occasioni, anche recenti, il collegamento è stato totalmente interrotto, anche per più giorni consecutivi, proprio a causa delle limitazioni di tale unità navale;
- l’unità navale MT ICHNUSA, acquistata dalla Delcomar e successivamente dalla società Blu Navy a seguito della cessione da parte della liquidata Saremar Spa e attualmente in utilizzo alla società Sarnav, possiede le caratteristiche nautiche necessarie per garantire il servizio di collegamento anche con condizioni meteo marine parzialmente sfavorevoli e per garantire un maggior confort all’utenza durante il viaggio (pinne stabilizzatrici) ma che la stessa unità, per scelte aziendali, opera con discontinuità e principalmente solo nel periodo primavera/estate;

RITENUTO che:
- tale collegamento marittimo deve essere garantito, per le ragioni espresse in premessa, con continuità e per l’intero arco dell’anno;
- per garantire tale servizio sia indispensabile l’impiego di unità navali idonee all’utilizzo anche in condizioni meteo marine parzialmente sfavorevoli e avverse;
- sia indispensabile istituire oneri di servizio pubblico che possano garantire la continuità del servizio e regolamentare le tariffe massime applicabili;
- sia opportuno consentire la ricollocazione del personale ex Saremar, attualmente impiegato su tale tratta precariamente e con discontinuità, garantendo allo stesso un impiego stabile e duraturo nel tempo,

impegna il Presidente della Regione, l’Assessore regionale dei trasporti e la Giunta regionale

1) a porre in essere le necessarie azioni politiche e istituzionali, affinché tra la Regione e la collettività territoriale della Corsica venga garantita la continuità territoriale con obblighi di servizio pubblico sulla tratta Santa Teresa di Gallura-Bonifacio, anche unilateralmente;
2) a sviluppare e negoziare idonei strumenti di gestione congiunta tesi a salvaguardare un servizio indispensabile per gli scambi commerciali tra le due isole e per l’intera economia sarda;
3) ad applicare tariffe calmierate al fine di non penalizzare oltre misura le società sarde di trasporto;
4) a intraprendere tutte le azioni utili per la salvaguardia dei posti di lavoro del personale ex Saremar precedentemente impiegato su quella tratta.

Cagliari, 28 marzo 2017