CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

Ordine del giorno n. 96

approvato il 9 maggio 2018

ORDINE DEL GIORNO LAI - COCCO Daniele Secondo, DERIU - CHERCHI - TRUZZU - ZANCHETTA sulla situazione delle parafarmacie in Sardegna.

***************

IL CONSIGLIO REGIONALE

a conclusione della discussione della mozione n. 376, sulla situazione delle parafarmacie in Sardegna,

PREMESSO che:
- le parafarmacie sono una realtà commerciale apparsa recentemente nel panorama dell'offerta di prodotti farmaceutici e sanitari;
- esse sono state istituite a seguito della legge n. 248 del 2006, che converte in legge il decreto legge n. 223 del 2006 e reca disposizioni urgenti per il rilancio economico e sociale;
- le misure contenute nella legge hanno, tra gli altri obiettivi, quello di rendere più dinamico il mercato e tutelare i consumatori tramite l'abbattimento dei privilegi di alcune categorie sociali e l'aumento della concorrenza in alcuni settori economici, con una conseguente riduzione dei prezzi a favore dei cittadini;

PRESO ATTO che:
- la normativa citata elimina l'esclusività della vendita da parte delle farmacie dei farmaci senza obbligo di prescrizione medica (SOP) e i farmaci da banco (OTC, da Over the counter);
- tale regolamentazione ha permesso l'ingresso nel mondo del lavoro a diversi laureati in farmacia altrimenti privati di tale possibilità, dando loro l'opportunità di svolgere la propria professione come titolari o collaboratori di parafarmacia;

CONSIDERATO che:
- circa 5000 sono le nuove imprese in Italia con almeno 8.000 farmacisti occupati (tra titolari e dipendenti), in Sardegna sono state aperte circa 200 parafarmacie con almeno 500 farmacisti occupati e, in controtendenza con la maggior parte delle piccole imprese, il loro numero cresce costantemente;
- sarebbe opportuno mettere in campo politiche che favoriscano un ulteriore sviluppo di tali imprese, quali la possibilità di dispensare tutta la fascia C in parafarmacia, considerato che il farmacista che vi opera ha esattamente gli stessi titoli ed è tenuto rispettare le stesse regole del suo collega che opera in farmacia,

impegna il Presidente della Regione e l'Assessore competente

1) a vigilare affinché il Governo attui politiche favorevoli all'ingresso nel settore del commercio farmaceutico di ulteriori nuove risorse lavorative riducendo i limiti che ostacolano la crescita delle parafarmacie, valutando varie soluzioni atte a dirimere la questione e a portare avanti il processo di liberalizzazione, tra cui la possibilità di dispensare tutta la fascia c in parafarmacia o altre ipotesi condivise attualmente allo studio;
2) ad attivarsi nei confronti dello stesso Governo per scongiurare nel settore il ritorno a vecchi assetti monopolistici che creerebbero grosse disfunzioni nel mercato e nel livello occupazionale;
3) a uniformare sul territorio regionale, per quanto di competenza, le prerogative inerenti a convenzioni e servizi di farmacie e parafarmacie, a tutto vantaggio del cittadino e della capillarità di accesso a cure e servizi.

Cagliari, 9 maggio 2018

------------------------------------

Il presente ordine del giorno è stato approvato dal Consiglio regionale nella seduta del 9 maggio 2018.