CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

Ordine del giorno n. 102

approvato il 2 ottobre 2018

ORDINE DEL GIORNO COCCO Pietro - ZEDDA Alessandra - CONGIU - RUBIU - LEDDA - COCCO Daniele Secondo - DEDONI - ZANCHETTA - BUSIA - AGUS - ANEDDA - CACCIOTTO - CARTA - CHERCHI Oscar - COINU - COLLU - COMANDINI - COSSA - COZZOLINO - CRISPONI - DERIU - DESINI - DESSÌ - FASOLINO - FLORIS - FORMA - GAIA - LAI - LAMPIS - LANCIONI - LOTTO - MANCA - MARRAS - MELONI Giuseppe - MELONI Valerio - MORICONI - ORRÙ - PERRA - PINNA - PISCEDDA - RANDAZZO - RUGGERI - SABATINI - SATTA - SECHI - SOLINAS - TEDDE - TENDAS - TOCCO - UNALI - USULA sulla necessità di aprire un confronto con il Governo nazionale al fine di garantire le necessarie soluzioni alle criticità del sistema dei trasporti della Sardegna, ed in particolare ai problemi relativi alle compagnie Air Italy e CIN Tirrenia-Moby.

***************

IL CONSIGLIO REGIONALE

a conclusione della discussione della discussione della mozione n. 452/A a firma SATTA e più sulla necessità di aprire un confronto con il Governo nazionale al fine di garantire le necessarie soluzioni alle criticità del sistema dei trasporti della Sardegna, ed in particolare ai problemi relativi alle compagnie Air Italy e CIN Tirrenia-Moby,

PREMESSO che:
- nella seduta del Consiglio regionale del giorno 3 luglio 2018, l'onorevole Sabatini richiamava l'attenzione dell'Aula sulla grave situazione che sta coinvolgendo la Sardegna e il popolo sardo, riguardo al problema della mancata continuità territoriale nei trasporti e agli ultimi avvenimenti che vede la compagnia aerea Air Italy prendere decisioni unilaterali, senza nessun confronto con le situazioni regionali, per il trasferimento della sede operativa da Olbia a Milano Malpensa;
- oltre ai danni diretti che potrebbe subire la nostra Regione si aggiungono le preoccupazioni di circa 50 lavoratori, della medesima compagnia, che rischiano di ricevere una comunicazione di trasferimento della sede di lavoro, con i conseguenti disagi personali e familiari;
- si può, pertanto, facilmente prevedere che la compagnia alla scadenza della proroga potrebbe abbandonare le tratte aeree da e per l'Isola disimpegnandosi dal garantire l'attuale continuità territoriale;
- la situazione va immediatamente affrontata, cercando le migliori soluzioni, con un confronto serrato, tra le diverse compagnie aeree e la Regione, che possano trovare interesse nell'investire con le loro flotte sulle tratte di collegamento con la Sardegna al fine di garantire una vera continuità territoriale;

RILEVATA la necessità di assicurare la partecipazione alla seduta del Consiglio regionale dei parlamentari sardi, dei sindaci delle città dove operano i porti e gli aeroporti dell'Isola;

EVIDENZIATO che:
- anche la CIN Tirrenia-Moby ha dichiarato di voler spostare, anche se solo temporaneamente, (così ha dichiarato l'azienda) la propria sede a Milano;
- la medesima compagnia ha deciso di dismettere il proprio impegno sulla tratta Olbia-Piombino;
- come ogni anno, arbitrariamente, i prezzi dei traghetti da e per la Sardegna lievitano a dismisura durante la stagione primaverile ed estiva con la conseguenza di gravissimi disagi sia ai residenti che ai turisti, i quali rinunciano spesso proprio a causa del caro traghetti ad una vacanza nell'Isola;
- quanto esposto causa gravi danni sia di immagine che economici ai sardi e alla Sardegna;
- fatte queste doverose premesse sintetiche e non esaustive considerata la complessità dell'argomento,

impegna la Giunta regionale

a chiedere al Governo nazionale l'immediata riconvocazione del tavolo di crisi per l'esame della grave situazione in cui versa il sistema dei trasporti della Sardegna, con la mancata attuazione della continuità territoriale per persone e merci e per definire tutte le iniziative utili a garantire:
1) i livelli occupazionali di Air Italy e la loro permanenza dei lavoratori nella sede di Olbia;
2) che la compagnia presenti il Piano industriale atto a consentire la crescita e lo sviluppo industriale dell'asset sardo;
3) una concreta attuazione del principio/diritto di continuità territoriale da e per la Sardegna.

Cagliari, 2 ottobre 2018

------------------------------------

Il presente ordine del giorno è stato approvato dal Consiglio regionale nella seduta del 2 ottobre 2018.