CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interpellanza n. 100/C6

FORMA sulla corretta interpretazione della "decisione di esecuzione della Commissione del 9 ottobre 2014 recante misure di protezione contro la peste suina africana in taluni Stati membri e che abroga la decisione di esecuzione 2014/178/UE della Commissione (2014/709/UE)" relativamente alla possibilitą di movimentazione di taluni sottoprodotti di origine suina destinati allo smaltimento.

***************

La sottoscritta,

premesso che:
- la Sardegna è l'unica regione italiana dove è presente la peste suina africana;
- nel territorio regionale sono in attività numerosi stabilimenti di trasformazione per la produzione di alimenti a base di carni suine e che la loro attività genera una quantità importante di sottoprodotti che devono essere gestiti secondo i criteri stabiliti dalla normativa di settore;
- la Commissione europea il 9 ottobre 2014 ha emanato la decisione n. 2014/709/UE con la quale introduce nuove misure di protezione contro la peste suina africana rinnovando, fra l'altro, i criteri relativi alla movimentazione dei prodotti a base di carni suine e dei sottoprodotti residuo delle lavorazioni di tale filiera produttiva;

appreso che numerosi operatori del settore lamentano che le disposizioni introdotte dalla decisione sopra citata non appaiono di immediata e chiara comprensione circa i vincoli posti alla spedizione delle partite dei prodotti e dei sottoprodotti al di fuori dei confini regionali;

considerato che:
- il sistema regionale di smaltimento dei sottoprodotti di origine animale rappresenta un elemento di forte criticità nella filiera della lavorazione delle carni a causa del monopolio che impone agli operatori tariffe non calmierate dalla concorrenza e, quindi, superiori a quelle medie corrisposte nel resto del territorio nazionale;
- risulta pertanto di vitale importanza per la vita delle imprese della trasformazione delle carni suine della Sardegna il chiarimento di ogni dubbio interpretativo sulla decisione 2014/709/UE al fine di definire o meno la possibilità di spedire le partite di carni suine al di fuori del territorio regionale in modo da aprire il mercato ad altri operatori del settore dello smaltimento,

chiede di interpellare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale per sapere se intendano richiedere l'interpretazione autentica della "decisione di esecuzione della Commissione del 9 ottobre 2014 recante misure di protezione contro la peste suina africana in taluni Stati membri e che abroga la decisione di esecuzione 2014/178/UE della Commissione (2014/709/UE)" nella parte relativa ai divieti introdotti per la spedizione di sottoprodotti di origine suina provenienti da animali di origine regionale ed extraregionale.

Cagliari, 22 gennaio 2015