CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interpellanza n. 104/C5

COSSA sulla mancata erogazione delle risorse destinate alle opere di infrastrutturazione rurale, di cui alla deliberazione della Giunta regionale n. 23/20 del 29 maggio 2012.

***************

Il sottoscritto,

premesso che la Giunta regionale, con la deliberazione n. 23/20 del 29 maggio 2012, aveva destinato la somma di euro 6.345.000 alla manutenzione di strade rurali di interesse comunale che per loro caratteristiche rispondono ad accertati fini di pubblica utilità, ritenendo finanziabili interventi per 55 comuni sardi;

constatato che il provvedimento in oggetto sottolineava la necessità di impegnare risorse regionali, in quanto i comuni si trovano a gestire, con le scarse risorse disponibili nei bilanci, una notevole estensione della rete infrastrutturale, caratterizzata da particolare usura legata all'utilizzo ed agli eventi meteorici del periodo invernale con conseguenti gravi problemi di transitabilità e pubblica sicurezza;

considerato che la delega per lo svolgimento delle procedure amministrative finalizzate a dare attuazione alla citata deliberazione è stata attribuita ad Argea Sardegna, secondo specifiche direttive impartite dall'Assessorato dell'agricoltura e riforma agro-pastorale;

preso atto che Argea ha provveduto, già da anni, a trasmettere ai comuni le direttive regionali ed il termine di scadenza per la presentazione dei progetti esecutivi (150 giorni, prorogabili di altri 90);

sottolineato che gli enti interessati hanno avviato le necessarie procedure, comprensive di oneri economici relativi a frazionamenti dei terreni e progettazione delle opere;

appreso che Argea Sardegna non può provvedere all'erogazione delle risorse regionali in quanto non gli sono mai state rese disponili, nonostante la deliberazione n. 23/20 del 29 maggio 2012 disponesse l'impegno delle risorse in suo favore,

chiede di interpellare l'Assessore regionale dell'agricoltura e riforma agro-pastorale per sapere:
1) quali siano i motivi che hanno impedito il trasferimento delle risorse regionali all'Argea Sardegna, formalmente delegata per lo svolgimento delle procedure amministrative già dall'adozione della deliberazione n. 23/20 del 2012;
2) quali provvedimenti urgenti ed improcrastinabili intenda adottare al fine di permettere ai comuni destinatari delle risorse di poter procedere alla realizzazione delle opere progettate ed evitare che siano, ancora una volta, disattesi e vanificati gli sforzi finanziari sostenuti dagli enti locali e finalizzati alla messa in sicurezza delle strade rurali dell'Isola.

Cagliari, 11 febbraio 2015