CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interpellanza n. 239/C4

PINNA Giuseppino sul futuro assetto delle autorità portuali in Sardegna a seguito dell'esame preliminare, da parte del Governo, dello schema di decreto legislativo recante "Riorganizzazione, razionalizzazione e semplificazione della disciplina concernente le autorità portuali di cui alla legge 28 gennaio 1994, n. 84".

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- lo schema di decreto legislativo recante "Riorganizzazione, razionalizzazione e semplificazione della disciplina concernente le autorità portuali di cui alla legge 28 gennaio 1994, n. 84", approvato in via preliminare dal Governo, prevede l'istituzione per la Sardegna dell'unica "Autorità di sistema portuale (AdSP) del mare di Sardegna" che include i porti di Cagliari, Olbia, Porto Torres, Golfo Aranci, Oristano, Portoscuso-Portovesme e Santa Teresa di Gallura (solo banchina commerciale);
- lo stesso schema di decreto legislativo prevede, per l'individuazione della sede dell'AdSP, che il Ministro su proposta motivata della regione il cui territorio è interessato dall'AdSP, abbia la facoltà di individuare in altra sede di soppressa autorità portuale aderente all'AdSP, la sede della stessa AdSP;

rilevato che lo stesso Presidente della Regione, a seguito dell'approvazione da parte del Consiglio dei ministri, in sede di esame preliminare del decreto legislativo sulla riorganizzazione delle autorità portuali, affermava che la Regione si sarebbe riservata ogni decisione circa l'ubicazione della sede della nuova Autorità di sistema portuale della Sardegna, intendendo esercitare le proprie prerogative sulla scelta della sede maggiormente adatta a garantire una gestione equilibrata del sistema portuale sardo nel suo complesso;

considerato che se la scelta della sede dell'AdSP deve essere motivata dai numeri, questi ultimi, da una prima analisi, dimostrano che la sede più appropriata sia Olbia, già autorità portuale del nord Sardegna; confrontando, infatti, i dati del sistema portuale nel suo complesso per l'anno 2015 abbiamo:
- Sistema autorità portuale del nord Sardegna 7.089 navi, 3.780.082 passeggeri, 1.225.538 auto, 303.113 veicoli industriali, 7.250.000 ton di merci, 29 carri ferroviari
- Sistema autorità portuale di Cagliari 524.257 passeggeri, 41.082.556 ton di merci;

riscontrato che, con riferimento al primo semestre 2016, il sistema che fa capo all'Autorità portuale del nord Sardegna fa registrare, rispetto allo stesso periodo del 2015, un aumento del 27 per cento del traffico navi, del 24 per cento dei passeggeri, del 28 per cento degli autoveicoli e del 2,5 per cento delle merci; un trend in continua crescita che dimostra la potenzialità nel suo complesso (passeggeri-navi-merci-autoveicoli) del sistema dei porti del nord Sardegna, decisamente superiore (92 per cento per quanto riguarda la movimentazione dei passeggeri) rispetto a quello del sud Sardegna (Cagliari).

ritenuto, alla luce di quanto sopra, che si possa proporre quale sede della nuova "Autorità di sistema portuale del mare di Sardegna" la città di Olbia, già Autorità portuale del nord Sardegna,

chiede di interpellare il Presidente della Regione e la Giunta regionale per sapere:
1) quale sia l'orientamento della Giunta regionale in merito all'individuazione della sede della nuova "Autorità di sistema portuale del mare di Sardegna", così come individuata dall'Allegato A allo schema di decreto-legislativo recante "Riorganizzazione, razionalizzazione e semplificazione della disciplina concernente le autorità portuali di cui alla legge 28 gennaio 1994, n. 84".
2) se la Giunta regionale non ritenga opportuno, alla luce dei dati esposti, sostenere nelle dovute sedi la designazione della la città di Olbia, già Autorità portuale del nord Sardegna, quale sede della nuova "Autorità di sistema portuale del mare di Sardegna".

Cagliari, 13 luglio 2016