CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interpellanza n. 258/C4

BUSIA sui motivi del ritardo nella messa in sicurezza e manutenzione straordinaria della strada provinciale n. 69, tratto strada statale 126 "Sud Occidentale sarda" - tratto strada statale 131 tra il km 5+700 e 5+900, in corrispondenza del ponte sul Flumini Malu.

***************

La sottoscritta,

premesso che:
- con nota prot. n. 8242 del 23 novembre 2015, il Comune di Pabillonis comunicava alle istituzioni competenti l'estrema situazione di disagio in cui versava il territorio a seguito dell'adozione dell'ordinanza n. 5 del 20 novembre 2015, da parte della Provincia del Medio Campidano, che aveva previsto la chiusura della strada provinciale n. 69, tratto strada statale n. 126 "Sud Occidentale sarda" - tratto strada statale 131 tra il km 5+700 e 5+900, a causa delle precarie condizioni del ponte che attraversa il Flumini Malu, in corrispondenza del ponte sul Flumini Malu;
- la strada provinciale n. 69 è la più importante bretella di collegamento con la strada statale 131, connessione verso tutti i paesi della Marmilla e rappresenta l'unica via di collegamento con le principali aziende agricole di Pabillonis (primaria fonte di reddito e occupazione della comunità);
- con nota prot. n. 3860 del 7 giugno 2016, il comune richiamava l'attenzione delle istituzioni competenti sul problema del ponte interrotto, facendo presente il disagio insostenibile per tutti i cittadini, per le attività produttive, per le aziende agricole e per le comunità dell'intero territorio e le problematiche degli agricoltori che svolgono la propria attività lavorativa oltre il ponte sul Flumini Malu;
- la strada alternativa individuata nell'ordinanza n. 5 del 20 novembre 2015 non soddisfa le esigenze dei cittadini;

preso atto che:
- ai sensi dell'articolo 1, comma 118, della legge n. 147 del 2013 "Al fine di favorire i processi di ricostruzione e ripresa economica delle zone della regione Sardegna interessate dagli eventi alluvionali del mese di novembre 2013, il Presidente della Regione, in qualità di Commissario delegato per l'emergenza, predispone, entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, con il Commissario straordinario per il dissesto idrogeologico un piano di interventi urgenti per la messa in sicurezza e il ripristino del territorio interessato dagli eventi alluvionali";
- ai sensi dell'articolo 1, comma 123, della legge n. 147 del 2013 "Al fine del ripristino della viabilità nelle strade statali e provinciali interrotte o danneggiate per gli eventi di cui al comma 118, il Presidente della società ANAS Spa, in qualità di Commissario delegato per gli interventi di ripristino della stessa, provvede in via di anticipazione sulle risorse autorizzate per il programma di cui all'articolo 18, comma 10, del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 agosto 2013, n. 98, e successivi rifinanziamenti, sentito il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti. Il Commissario delegato di cui al presente comma opera con i poteri, anche derogatori, definiti con ordinanza del capo del Dipartimento della Protezione civile ai sensi dell' articolo 5 della legge 24 febbraio 1992, n. 225 e successive modificazioni";
- la manutenzione del ponte era stata inserita tra gli interventi di manutenzione straordinaria da eseguire a cura di Anas spa (ai sensi dell'articolo 1, comma 123, della legge n. 147 del 2013);
- a oggi risulta avviato solo il conferimento di un incarico a uno studio tecnico, in data 15 marzo 2016, per una verifica di idoneità statica del ponte;
- la provincia deteneva nel proprio bilancio le risorse necessarie alla messa in sicurezza del ponte in questione e del tratto di strada adiacente, con rispettivo progetto approvato e che, tuttavia, la spesa non è stata possibile a causa dei vincoli dettati dal patto di stabilità;

rilevato che:
- con deliberazione della Giunta regionale n. 23/5 del 20 aprile 2016, è stato definito l'assetto delle nuove province, a seguito dell'entrata in vigore della legge regionale n. 2 del 2016;
- i comuni di Pabillonis e di Sardara rientrano nella nuova provincia del Sud Sardegna;
- le funzioni relative alla costruzione e gestione delle strade provinciali e la regolazione della circolazione stradale ad esse inerente, sono attribuite dalla legge n. 56 del 2014 alle province;
- con deliberazione n. 57/12 del 25 ottobre 2016, è stato definito il passaggio di personale, di beni e di procedimenti dalla provincia di Cagliari alla provincia del Sud Sardegna e alla città metropolitana di Cagliari;
- la responsabilità istruttoria di tutti i procedimenti della provincia di Cagliari fino alla data del 31 dicembre 2016 è in capo alla città metropolitana di Cagliari,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e la Giunta regionale per conoscere i motivi dell'attuale situazione di stallo in merito alla messa in sicurezza del ponte provinciale n. 69 e quali azioni intendano adottare presso le istituzioni competenti affinché sia reso possibile l'intervento di manutenzione.

Cagliari, 1° dicembre 2016