CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interpellanza n. 261/C4

USULA - ZEDDA Paolo Flavio sulla soppressione del servizio ferroviario sulla tratta Macomer-Nuoro, sulle misure di sicurezza nelle linee ferroviarie Monserrato-Mandas-Isili, Sassari-Sorso, Sassari-Alghero e sulla sospensione del servizio delle tratte turistiche.

***************

I sottoscritti,

premesso che l'Agenzia nazionale per la sicurezza ferroviaria (ANSF) ha emanato in data 26 settembre 2016 dei provvedimenti urgenti in materia di sicurezza dell'esercizio ferroviario sulle reti regionali;

considerato che il dispositivo recepisce il decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti emanato in data 5 agosto 2016 avente per titolo "Individuazione delle reti ferroviarie rientranti nell'ambito di applicazione del decreto legislativo del 15 luglio 2015, n. 112, per le quali sono attribuite alle regioni le funzioni e i compiti di programmazione e di amministrazione";

constatato che la Regione non ha eseguito per tempo le disposizioni impartite dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, e successivamente dal dispositivo ANSF;

posto che la stessa azienda Arst esercente il servizio pubblico di trasporto ha sottovalutato l'impatto negativo sul sistema del trasporto pubblico regionale;

accertato che nell'azienda esercente il trasporto pubblico locale non vi è personale a sufficienza per far fronte alle condizioni di sicurezza inserite nel dispositivo ANSF;

considerato che la repentina chiusura della linea Macomer-Nuoro sta creando all'utenza notevoli disagi e che le corse sostitutive, nel frattempo attivate, per la oggettiva diversa modalità del servizio automobilistico rispetto a quello ferroviario stanno viaggiando con pesanti ed insostenibili ritardi costringendo l'utenza a sopportare disagi legati sia alla logistica che alla fatiscente situazione della rete stradale in tutta l'area delle zone interne;

verificato che sono state impiegate nel corso degli anni 2010-2012 notevoli risorse pubbliche per il rifacimento della linea ferroviaria, con un investimento pari a euro 20 milioni;

vista l'imminente consegna, prevista per il giugno 2017 di quattro nuove unità di trazione Stadler da destinare sulla linea Macomer-Nuoro, dal costo complessivo di euro 20 milioni (5 milioni ciascuna);

visto l'impegno di spesa assunto dalla Regione per la costruzione a Macomer della nuova rimessa che dovrà ospitare le unità di trazione Stadler per un costo complessivo di euro 2 milioni e 500 mila;

accertato che è tuttora in corso lo svolgimento dei lavori, a valere su fondi comunitari, per l'automazione e messa in sicurezza dell'intera linea ferroviaria Macomer-Nuoro per un importo pari euro 14 milioni,

chiedono di interpellare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dei trasporti al fine di conoscere:
1) quali azioni siano state poste in essere per contrastare questa inaccettabile decisione del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti;
2) quali siano le motivazioni e le cause che hanno impedito l'immediata attuazione delle disposizioni impartite dal Ministero delle infrastrutture e trasporti emanate in data 5 agosto 2016 per l'attivazione delle misure di sicurezza;
3) quali siano i tempi programmati per il ripristino della circolazione dei treni nella linea Macomer-Nuoro e nelle altre tratte interessate;
4) quali siano le misure che si intende attivare immediatamente per alleviare i disagi all'utenza costituita per la stragrande maggioranza da studenti e lavoratori pendolari;
5) quale tipologia di intervento si intenda adottare per la linee ferroviarie Sassari-Sorso, Sassari-Alghero, Monserrato-Mandas-Isili per le quali, in assenza di interventi, si dovrà andare ugualmente alla sospensione;
6) quali criteri si intenda adottare per intervenire per tempo sulla messa in sicurezza delle tratte turistiche ugualmente interessate dalle misure di sicurezza necessarie per la circolazione;
7) quali interventi si ritenga di porre in essere per rilanciare il sistema ferroviario secondario regionale e per sopperire alle evidenti lacune organizzative e alla cronica carenza di personale.

Cagliari 14 dicembre 2016