CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interpellanza n. 302/A

COSSA - DEDONI - CRISPONI sulla situazione di incertezza riguardante il futuro del porto di Alghero.

***************

I sottoscritti,

premesso che la nautica da diporto, le attività sportive e culturali legate al mare e l'organizzazione di manifestazioni attinenti a questo settore rappresentano un importante comparto economico;

considerato che il diporto e il turismo nautico e le attività a esso collegate rappresentano per il territorio un potente motore di sviluppo economico con forti ricadute occupazionali, nonché una delle componenti chiave per migliorare la qualità della vita dei cittadini;

constatato che nelle più prestigiose località turistiche di mare il porto è da considerarsi come porta di ingresso per il territorio circostante, oltre che luogo di aggregazione, punto di incontro per sportivi e appassionati, sede organizzativa di importanti manifestazioni nautiche nonché punto di riferimento per naviganti e turisti in generale;

tenuto conto che il porto di Alghero, allo stato attuale, risulta essere un parcheggio di barche gestito in modo disordinato e frazionato da una moltitudine di concessionari;

valutato che il porto di Alghero, rispetto alle statistiche rilevate nei porti turistici organizzati, non produce e non genera posti di lavoro quanto dovrebbe;

appreso che la Giunta regionale con propria deliberazione n. 23/16 del 9 maggio 2017 ha ritenuto che i progetti di finanza presentati dalla Marina di Alghero srl e dal Consorzio di Alghero scarl che prevedevano, seppur in modo differente, la riqualificazione dello scalo, non soddisfino l'interesse pubblico,

chiedono di interpellare il Presidente della Regione, l'Assessore regionale degli enti locali, finanze e urbanistica e l'Assessore regionale dei lavori pubblici per sapere:
1) quale sia l'idea di sviluppo turistico nautico che la Giunta regionale intenda promuovere relativamente al futuro del porto di Alghero e del territorio interessato;
2) in che tempi prevedono di stabilire delle linee guide chiare che possano rendere produttiva per il nord-ovest dell'isola una struttura di tale importanza;
3) quali linee guida intendano adottare, visto che la deliberazione n. 23/16 del 9 maggio 2017 continua a far riferimento all'articolo 183, comma 15, del project financing, utilizzato anche per la predisposizione dei due progetti ritenuti non soddisfacenti l'interesse pubblico;
4) quali siano i criteri che a loro avviso possano soddisfare l'interesse pubblico, così da fare in modo che un'infrastruttura importante come il porto di Alghero possa diventare un volano per lo sviluppo economico del nord est della Sardegna, onde mitigare gli effetti della crisi che sembra oramai senza soluzione.

Cagliari, 18 maggio 2017