CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interpellanza n. 305/A

BUSIA - AGUS sull'attivazione annuale del presidio della Capitaneria di porto - Guardia costiera di Villasimius e per sollecitare l'amministrazione statale competente per l'adozione del decreto necessario.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
- l'area marina protetta di Capo Carbonara, ricadente nel Comune di Villasimius, è caratterizzata da un territorio di alto pregio ambientale, con accentuata vocazione turistico-marittima;
- tale area, istituita nel 1998, nel 2012 è stata assoggettata ad una nuova perimetrazione e zonizzazione, con il passaggio da una a quattro "Zone A - protezione integrale" e l'introduzione di una "Zona D - riserva sperimentale";
- dal 2015 tutte le attività esercitate nel territorio di Villasimius sono soggette a contingentamento per la protezione dell'area, con un evidente necessità di maggior controllo da parte degli enti preposti alla sorveglianza;
- le caratteristiche dell'area esercitano un fortissimo richiamo antropico, prevalentemente legato al turismo della stagione estiva, che fa sì che il Comune di Villasimius debba porre in essere un'attività programmatica finalizzata alla corretta e sostenibile fruizione del territorio;
- il livello di pregio dell'area è rafforzato dalla presenza di varie zone di protezione speciale che si estendono per oltre 9.000 ettari all'interno del Comune di Villasimius;
- l'area, per effetto della particolare posizione geografica, è punto di incrocio strategico dei traffici marittimi relativi alla stessa area marina protetta, ubicata in prossimità delle rotte utilizzate dalle navi in arrivo e partenza dal porto di Cagliari e dal polo petrolchimico di Sarroch;

preso atto che:
- la Capitaneria di porto - Guardia costiera è responsabile del monitoraggio del traffico marittimo e portuale, svolge le attività di salvaguardia legate al mare, sia a terra che in acqua, sia dal punto di vista ambientale che della sicurezza delle persone e delle cose che navigano nelle acque territoriali italiane;
- la capitaneria è gestita dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti;
- attualmente, l'area marina protetta è sottoposta alla giurisdizione della Direzione marittima di Cagliari, Capitaneria di Cagliari, sezione staccata di Villasimius; la sezione staccata di Villasimius è aperta solo durante la stagione estiva;

rilevato:
- il grave rischio ambientale cui è sottoposta l'Area marina protetta e la non sufficienza della presenza solo stagionale della sezione staccata della capitaneria, organo capace di coniugare la peculiarità dell'attività d'informazione - prevenzione con quelle tipiche delle attività di repressione;
- che è necessaria l'attivazione di un presidio annuale e non stagionale sul territorio, per intervenire costantemente in tutte quelle situazioni che mettono a rischio in mare la vita umana, anche per comportamenti di irresponsabili che non sono prerogativa della sola stagione estiva;
- che il Comune di Villasimius ha già dato la disponibilità a coprire parte dei costi necessari che la Capitaneria di porto dovesse sostenere per l'attivazione del presidio annuale;
- che nel 2016 l'Area marina protetta di Capo Carbonara si è fatta carico di stipulare una convenzione con la Direzione marittima di Cagliari per l'apertura di 9 mesi (30 marzo - 22 dicembre 2016) della Sezione mare di Villasimius, con un costo complessivo di 20 mila euro;
- che i risultati ottenuti possono essere considerati molto positivi ed appare opportuno rinnovare la convenzione sopra citata;
- che l'apertura annuale della Capitaneria di porto a Villasimius garantirebbe una serie di servizi che potrebbero giovare a tutta la cittadinanza ed ai turisti, combattendo con efficacia abusi ed attività illecite e proteggendo la delicatissima area protetta;
- che la presenza annuale del presidio comporterebbe un risparmio dei costi per lo Stato, considerato che non dovrebbero essere più finanziate le missioni del personale assegnato di volta in volta alla sezione staccata e contribuirebbe a dare stabilità al presidio stesso, evitando continui cambiamenti di personale, dannosi in quanto incidenti in senso negativo sulla conoscenza del territorio e sul servizio da svolgere;

preso atto che:
- il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, con proprio decreto ha già autorizzato, per le sue particolari caratteristiche, l'apertura annuale di un'altra sezione staccata della Capitaneria di porto di Cagliari, quella di Sarroch, inizialmente attiva solo stagionalmente;
- sono state già avviate interlocuzioni informali con gli organi statali competenti e, per quanto di conoscenza, non risultano motivi ostativi all'apertura annuale del presidio,

chiedono di interpellare il Presidente della Regione per conoscere quali iniziative intenda intraprendere per contribuire all'attivazione annuale del presidio della Capitaneria di porto - Guardia costiera di Villasimius e per sollecitare l'amministrazione statale competente per l'adozione del decreto necessario.

Cagliari, 16 giugno 2017