CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interpellanza n. 379/A5

FORMA - COCCO Pietro sui ritardi in capo al Ministero delle politiche agricole sul riconoscimento dell'Organismo pagatore regionale di cui all'articolo 22, comma 3, della legge regionale 8 agosto 2006, n. 13.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
- con Regolamento delegato (UE) n. 907/2014 della Commissione dell'11 marzo 2014 che integra il regolamento (UE) n. 1306/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio si dettano le condizioni per il riconoscimento degli organismi pagatori e altri organismi, gestione finanziaria, liquidazione dei conti, cauzioni e uso dell'euro;
- con la deliberazione della Giunta regionale n. 38/8 del 28 giugno 2016 "Agenzia regionale ARGEA Sardegna. Organismo pagatore regionale. Indirizzi attuativi" è stato dato mandato al Direttore generale dell'Agenzia regionale ARGEA Sardegna di predisporre, avvalendosi degli uffici della stessa, il progetto relativo all'istituzione dell'Organismo pagatore regionale sardo; con la medesima deliberazione è stato dato, altresì, mandato al Direttore generale dell'Agenzia regionale ARGEA Sardegna di provvedere a predisporre tutti gli atti necessari e preliminari alla presentazione dell'istanza di riconoscimento da presentare al Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali e al Dipartimento delle politiche europee e internazionali e dello sviluppo rurale - Direzione generale delle politiche internazionali e dell'Unione europea dello stesso Ministero;
- con la deliberazione della Giunta regionale n. 10/12 del 21 febbraio 2017 "Agenzia regionale ARGEA Sardegna - Organismo pagatore. Presa d'atto del progetto, approvazione del nuovo statuto e successivi adempimenti necessari" è stato approvato lo statuto di ARGEA Sardegna e quest'ultima è stata autorizzata alla predisposizione della nuova struttura organizzativa dell'Agenzia e della nuova dotazione organica in base alle nuove funzioni dell'organismo;
- con la deliberazione della Giunta regionale n. 56/27 del 20 dicembre 2017 "Agenzia regionale ARGEA Sardegna - Organismo pagatore regionale. Adempimenti per la presentazione dell'istanza di riconoscimento e avvio attività: realizzazione sistema informativo IS027001, rafforzamento amministrativo e convenzioni per deleghe" si è provveduto ad autorizzare ARGEA Sardegna all'attuazione, anche in termini economici e finanziari, delle disposizioni necessarie per la sua trasformazione da soggetto istruttore a soggetto pagatore;
- da ultimo, con la deliberazione della Giunta regionale n. 28/26 del 5 giugno 2018, è stata approvata la nuova dotazione organica dell'Agenzia regionale ARGEA Sardegna;

considerato che la Regione ha presentato domanda di riconoscimento al Ministero delle politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo affinché verifichi il rispetto dei criteri per il riconoscimento dell'Organismo pagatore regionale lo scorso 7 agosto 2018;

rilevato che:
- il Ministero delle politiche agricole ha maturato un considerevole ritardo, determinando solamente lo scorso 5 ottobre l'affidamento diretto alla società che dovrà eseguire l'esame di pre-riconoscimento prima del riconoscimento dell'Organismo pagatore regionale; 
- ad oggi, la suddetta società incaricata dal Ministero non ha preso contatti con gli uffici regionali, nonostante questa azione sia ritenuta strategica sia dalla Giunta che dal Consiglio regionale, ai fini dell'accelerazione delle procedure di finanziamento, sia nella loro fase di istruttoria che in quella di liquidazione e pagamento delle spettanze ai beneficiari,

chiede di interpellare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'agricoltura e riforma agro-pastorale:
1) per sapere se intenda sollecitare il Ministero delle politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo affinché fornisca una tempistica certa circa le procedure di verifica della sussistenza in capo ad ARGEA dei requisiti di soggetto pagatore;
2) per sollecitare lo stesso Ministero affinché la conclusione dell'iter di riconoscimento di ARGEA Sardegna quale soggetto pagatore si abbia, improcrastinabilmente, entro l'anno 2018.

Cagliari, 17 ottobre 2018