CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interpellanza n. 63/C2

CHERCHI Oscar sui sistemi di sorveglianza impiegati per proteggere il sito archeologico di Mont'e Prama.

***************

Il sottoscritto,

premesso che nel mese di maggio 2014 è ripresa la campagna di scavi presso il sito archeologico di Mont'e Prama nel Comune di Cabras;

considerato che il sito archeologico in questione è uno dei più importanti a livello internazionale, tenuto conto del rinvenimento 40 anni fa, presso lo stesso, del complesso statuario denominato Giganti di Mont'e Prama, scoperta che è considerata dalla comunità scientifica come la più importante degli ultimi 50 anni insieme al rinvenimento dell'esercito di terracotta di Xi'an;

visti i nuovi ed interessanti reperti rinvenuti ad opera degli archeologi nella campagna di scavi tutt'ora in corso;

preso atto che nella notte del 21 settembre 2014 alcuni ignoti sono entrati nel sito archeologico danneggiando alcuni reperti (una tomba è stata scavata a colpi di piccone e uno scheletro è stato ridotto in frantumi) e non è dato sapere se siano riusciti a trafugarne altri,

chiede di interpellare l'Assessore regionale della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport e il Presidente della Regione affinché riferiscano:
1) sul perché nelle ore notturne il sito era incustodito e fossero assenti un servizio di guardiania, un servizio di videosorveglianza e un'adeguata illuminazione;
2) su quali misure permanenti si intenda adottare per scongiurare altre intrusioni nel sito e quanto tempo è necessario affinché queste siano pienamente operative.

Cagliari, 25 settembre 2014