CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interpellanza n. 94/C1

UNALI sulla soppressione di alcuni presidi di Polizia di Stato nella Regione Sardegna.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- in data 18 novembre 2014, il Ministero degli interni - Dipartimento della pubblica sicurezza - ha reso noto il "Progetto di rimodulazione della Polizia Stradale, Ferroviaria, Postale e dei Reparti Speciali della Polizia di Stato", con il quale si intende sopprimere alcuni presidi di Polizia siti su tutto il territorio italiano;
- l'attuale progetto prevede, entro il 2015, la chiusura di ben 251 uffici;
- anche la Sardegna, così come le altre regioni, sarà interessata dall'intervento di razionalizzazione delle risorse e dei presidi della Polizia di Stato;
- nello specifico è stata disposta la chiusura dei distaccamenti di Polizia stradale di Fonni, Orosei e Ottana, dei posti di Polizia ferroviaria di Golfo Aranci, della Sezione di Polizia postale di Nuoro, Oristano e Sassari, della Squadra nautica di Cagliari, Oristano, Olbia, Palau e Porto Torres e, infine, della Squadra di sommozzatori di Olbia;
- è previsto, inoltre, il declassamento del Compartimento di Polizia ferroviaria di Cagliari a Sezione, e delle Sottosezioni di Polizia ferroviaria di Sassari e Olbia in Posto;
- i Posti di Polizia ferroviaria di Macomer e Chilivani saranno, invece, trasformati in meri punti di appoggio senza effettivo personale e dotazioni;

considerato che:
- i presidi sopra elencati svolgono funzioni di rilevante importanza, sia contro la piccola e grande criminalità sia fronteggiando le emergenze e le calamità naturali che colpiscono l'Isola;
- la soppressione di alcuni Uffici di Polizia, dislocati nel territorio sardo, desta forte preoccupazione tra tutta la popolazione sarda che, a causa della spending review, non potrà più contare sulle stesse tutele di garanzia della sicurezza e della legalità;

preso atto che:
- la soppressione di determinati Uffici di Polizia comporterebbe la dispersione di personale altamente specializzato e, pertanto, renderebbe vana l'esperienza e la professionalità acquisita nel negli anni attraverso dispendiosi e numerosi corsi di specializzazione;
- non possono essere trascurate le ripercussioni sulle attività occupazionali generali, con la soppressione di posti di lavoro, nonché gli effetti negativi circa lo spopolamento del territorio sardo, conseguente all'arretramento dello Stato rispetto ai servizi essenziali;
- il progetto mette a repentaglio la sicurezza dei cittadini,

chiede di interpellare il Presidente della Regione per sapere quali concrete iniziative abbia o intenda intraprendere nell'ambito del progetto di razionalizzazione delle risorse e dei presidi della Polizia di Stato.

Cagliari, 17 dicembre 2014