CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1012/A

FORMA - DERIU - PISCEDDA - SOLINAS Antonio, con richiesta di risposta scritta, sulle motivazioni che hanno portato all'esclusione dal Piano di sviluppo rurale della implementazione di bandi di cui alla sottomisura 6.4 sul sostegno a investimenti nella creazione e nello sviluppo di attività extra agricole relativamente alla realizzazione di impianti per la produzione di energia da fonti alternative.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
- il Programma di sviluppo rurale (PSR) 2014/2020 della Regione è il principale strumento finanziario per lo sviluppo rurale dell'Isola oltre che lo strumento di programmazione della politica di sviluppo rurale finanziata dal FEASR, che definisce, in coerenza con gli obiettivi della strategia Europa 2020, l'accordo di partenariato nazionale e i programmi nazionali (PSRN), gli interventi regionali per il periodo di programmazione 2014/2020;
- il Programma è articolato in base a sei Priorità generali che riguardano:
1) la promozione e il trasferimento di conoscenze e innovazione nel settore agricolo e forestale e nelle zone rurali;
2) il potenziamento della competitività nell'agricoltura in tutte le sue forme e della redditività delle aziende agricole;
3) la promozione e l'organizzazione della filiera agro-alimentare e la gestione dei rischi nel settore agricolo;
4) la tutela, il ripristino e la valorizzazione degli ecosistemi dipendenti dall'agricoltura e dalle foreste;
5) la promozione dell'uso efficiente delle risorse e il passaggio a un'economia a basse emissioni di carbonio e resiliente al clima nel settore agroalimentare e forestale;
6) adoperarsi per l'inclusione sociale, la riduzione della povertà e lo sviluppo economico nelle zone rurali;

considerato che il sostegno alle imprese che investono negli impianti di produzione di energia da fonti alternative e rinnovabili utilizzando sottoprodotti dell'agro-industria o in generale residui di lavorazioni di natura organica risponde a gran parte delle priorità su elencate e contribuirebbe inoltre in maniera significativa ad alleviare il problema annoso dello smaltimento dei sottoprodotti di origine animale;

atteso che le risorse finanziarie a disposizione del PSR Sardegna 2014/2020, per i sette anni di programmazione, sono pari a 1.308.406.250 euro, sufficienti pertanto ad estendere la programmazione alla fattispecie di cui trattasi;

preso atto che fra quelli afferenti alla misura 6 - Sviluppo delle aziende agricole e delle imprese - ed in particolare alla sotto misura 6.4, si rileva la totale assenza di bandi relativi allo sviluppo di impianti di produzione di energia da fonti alternative,
chiedono di interrogare il Presidente della Regione, anche nella sua qualità di Assessore ad interim dell'agricoltura e riforma agro-pastorale, per sapere:
1) quali siano le motivazioni che in fase di programmazione hanno portato ad escludere questa tipologia di interventi;
2) se ritenga opportuno adoperarsi al fine di integrare il quadro delle misure con interventi mirati al sostegno delle imprese agricole e agro industriali che intendono investire nella realizzazione di impianti che producono energia utilizzando residui organici del proprio ciclo produttivo.

Cagliari, 24 febbraio 2017