CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1044/A

INTERROGAZIONE CRISPONI, con richiesta di risposta scritta, sui gravi ritardi nell'attuazione delle procedure relative al Piano di rilancio del Nuorese.

***************

Il sottoscritto,

premesso che il Presidente della Regione Pigliaru, nell'ormai lontano luglio 2016, aveva sottoscritto con gli amministratori del nuorese e i rappresentanti del partenariato economico e sociale locale il cosiddetto "Piano straordinario di rilancio del Nuorese per l'assegnazione di finanziamenti previsti nel Piano straordinario per l'occupazione e per il lavoro";

ricordato che erano stati individuati dalla cabina di regia provinciale del partenariato istituzionale cinque ambiti prioritari di intervento scuole del nuovo millennio, ambiente e cultura, competitività agroalimentare, servizi di area vasta, manifatturiero innovativo e competitivo e infrastrutture per la crescita;

valutato che la disponibilità finanziaria, resa disponibile a valere su fondi europei FSC, FSE, FESR, FEASR e FEAMP, era pari a 55 milioni di euro più ulteriori risorse, già stanziate su azioni presenti nel Piano per 26 milioni di euro per un totale di risorse disponibili ammontanti a 81 milioni di euro;

tenuto conto che stando alle dichiarazioni a mezzo stampa da parte della Giunta regionale era stato annunciato che di fronte a progetti effettivamente esecutivi, tali risorse potevano anche crescere;

considerato che a oggi l'unico dato che continua a crescere è il diffuso malcontento e che non trovano riscontro gli impegni assunti pubblicamente dalla Giunta regionale dopo almeno 70 estenuanti incontri che hanno generato solo tavoli politici, tavoli tecnici, cabine di regia, partenariati pubblico-privati, protocolli d'intesa e gruppi di valutazione con cui vengono assunti impegni per l'avvio di interventi strutturali che a oggi restano solo sulla carta o nei cassetti della Regione;

preso atto che l'iter di assegnazione dei finanziamenti al Piano del Nuorese procede con una lentezza esasperante certamente ostaggio della burocrazia regionale, mentre parrebbero parimenti essere in dirittura d'arrivo similari piani strategici di rilancio dell'economia locale sottoscritti in altri territori;

valutato come vengano sistematicamente disattesi gli impegni assunti nei confronti delle zone interne, peraltro lacerate dal progressivo spopolamento e da tensioni sociali, che spesso sfociano in gravi atti criminali contro la pubblica amministrazione,

chiede di interrogare il Presidente della Regione per sapere:
1) quale sia lo stato di attuazione del Piano di rilancio del Nuorese e quale sia il motivo del mancato rispetto del suo cronoprogramma;
2) se è dato conoscere quali ulteriori finanziamenti siano stati individuati a supporto della prima tranche di 81 milioni di euro prevista dal piano;
3) quale sia lo stato di attuazione dei piani di rilancio dei territori dell'Ogliastra e della Gallura e quali sono per tali casi le tempistiche previste per i crono provvedimenti di attuazione ed erogazione dei finanziamenti.

Cagliari, 17 marzo 2017