CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1060/A

INTERROGAZIONE COSSA - DEDONI - CRISPONI, con richiesta di risposta scritta, sulle modalità operative del bando "Aiuti per progetti di ricerca e sviluppo".

***************

I sottoscritti,

premesso che le imprese sarde vivono una grave crisi economica e le risorse regionali che possono aiutare a superare il momento suscitano notevoli aspettative;

considerato che Sardegna ricerche, in data 10 febbraio 2017, ha pubblicato sul proprio sito il bando a sportello "Aiuti per progetti di ricerca e sviluppo", con una dotazione finanziaria di euro 6.500.000, che prevedeva la presentazione delle domande dalle ore 12 del 27 marzo 2017;

constatato che solo un'azienda è riuscita a inoltrare correttamente l'istanza (almeno 7 allegati da caricare) prima che "a causa di problemi tecnici sulla piattaforma regionale SIPES" l'apertura dei termini di presentazione delle domande venisse posticipata alle ore 12 del 29 marzo 2017, mentre tutte le altre procedure avviate risultavano sospese;

appreso che anche il 29 marzo l'invio delle istanze è stato sospeso dopo solo due ore, per motivi, questa volta, legati alla capacità finanziaria di copertura delle richieste;

tenuto conto che l'articolo 9, comma 7, del bando prevede che Sardegna ricerche, mediante apposito avviso, comunichi la chiusura dei termini per la presentazione delle domande di accesso agli aiuti;

valutato che non è stato pubblicato nessun "apposito avviso" di chiusura dei termini, ma anzi sul sito di Sardegna ricerche, alla voce bandi, è ancora possibile accedere alle modalità di inoltro delle istanze;

rilevato che lo stesso bando prevede che le domande siano soggette alla verifica di ammissibilità formale e alla valutazione tecnica per il raggiungimento del punteggio minimo;

evidenziato che la scelta di sospendere i termini di presentazione delle domande impedisce l'accesso agli aiuti a quelle imprese che al termine della verifica delle istanze prevista dal bando potrebbero ottenere punteggi più alti,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale della programmazione, bilancio, credito e assetto del territorio per sapere:
1) se siano a conoscenza di quanto esposto;
2) se ritengano che siano state rispettate tutte le procedure previste dal bando "Aiuti per progetti di ricerca e sviluppo" pubblicato da Sardegna ricerche e, in particolare, conoscere l'orario di caricamento delle pratiche ammesse al bando;
3) se non ritengano di dover permettere a tutte le imprese interessate di presentare la richiesta di ammissione fino all'effettiva spesa della copertura finanziaria prevista per evitare di riaprire le procedure e creare ulteriori disagi alle aziende;
4) se, nella prospettiva di incremento delle risorse regionali, non sia opportuno andare a scorrere l'eventuale graduatoria dei beneficiari senza costringere le imprese a ripetere le procedure, che risultano sempre deficitarie e difficoltose.

Cagliari, 4 aprile 2017