CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1065/A

ZANCHETTA - MELONI, con richiesta di risposta scritta, sulla vicenda riguardante la nave carica di tonno destinato all'industria "As do Mar" di Olbia, costretta a fare scalo al porto di Cagliari per le verifiche sanitarie del carico, prima eseguite direttamente nel porto di Olbia.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
- una nave mercantile con un carico di mille tonnellate di tonno, proveniente dalle Isole Seychelles, destinato all'Industria "As do Mar" di Olbia per essere inscatolato, è stata costretta a fare scalo prima al porto di Cagliari per le verifiche dei documenti e quelle sanitarie del carico, da parte del personale ministeriale del Posto di ispezione frontaliera (PIF), una diramazione del Ministero della salute, verifiche che sino a un anno fa venivano eseguite direttamente nel porto di Olbia;
- dal marzo 2016, a seguito di un provvedimento del Ministero della salute, tali operazioni devono essere eseguite solo a Cagliari, con oggettivo aggravio di costi e allungamento dei tempi di consegna del prodotto;

considerato che il doppio scalo della nave mercantile dal porto di Cagliari alla sede dell'industria olbiese, rende oltremodo costoso e non concorrenziale il prodotto finito, con conseguenti danni che potrebbero riflettersi anche sulla possibile chiusura dello stabilimento "As do Mar" di Olbia;

ritenuto che sarebbe auspicabile far effettuare agli ispettori ministeriali le prescritte verifiche direttamente nel porto di Olbia, come avveniva in passato,

chiedono di interrogare l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale per sapere:
1) se sia a conoscenza dei motivi che ostacolano il servizio di verifica della documentazione di bordo e sanitario sul carico delle navi mercantili nel porto di Olbia che, come detto nelle premesse, era garantito sino al mese di marzo del 2016 dai funzionari ministeriali del Posto di ispezione frontaliera (PIF);
2) quali iniziative intenda adottare nei confronti del Ministero della salute affinché tale servizio sia ripristinato immediatamente al fine di scongiurare gravissime ripercussioni sul fronte economico e occupazionale nella città di Olbia.

Cagliari, 5 aprile 2017