CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1069/A

ORRÙ, con richiesta di risposta scritta, sul mancato scorrimento delle graduatorie concorsuali per la copertura di posti di medicina veterinaria.

***************

Il sottoscritto,

premesso che, a seguito di concorsi pubblici banditi dalla Regione, esistono, tuttora inevase, graduatorie concorsuali riferite a medici veterinari nelle quali sono presenti 30 idonei, non ancora assunti a titolo definitivo;

accertato che:
-    le stesse graduatorie sono afferenti ai settori della Sanità animale della ASL di Sassari, della Sanità animale della ASL di Nuoro, dell'Igiene degli alimenti di origine animale della ASL di Olbia, dell'Igiene degli alimenti di origine animale della ASL di Nuoro e dell'Igiene degli allevamenti e delle produzioni zootecniche della ASL di Olbia;
-    l'età media dei dirigenti veterinari presenti sul territorio sardo ha ormai raggiunto la soglia dei 59 anni;
-    le particolari condizioni disagiate di lavoro, spesso unite a condizioni geo-climatiche sfavorevoli, determinano il mancato raggiungimento dei Livelli essenziali di assistenza (LEA), imposti dalle norme di legge, sulla salute e la sicurezza delle persone, e ciò avviene sia in termini quantitativi che qualitativi;

considerato che:
-    a seguito dell'evolversi delle norme comunitarie, nazionali e regionali, relative alla sanità animale e alla sicurezza alimentare, i servizi veterinari sardi sono stati investiti dell'incombenza di nuove attività in differenti ambiti d'intervento e ciò ha comportato un progressivo depauperamento delle risorse umane;
-    ai nuovi carichi di lavoro derivanti dalle nuove competenze in capo ai servizi veterinari sardi si sono aggiunte le numerose quiescenze del personale senza che a ciò abbia fatto da contraltare una accorta politica di ricambio generazionale;

accertato che attualmente sussistono n. 5 graduatorie concorsuali ancora in vigore, dalle quali la Regione potrebbe attingere personale dotato di alta professionalità, in tutti gli ambiti territoriali dell'Isola carenti di personale, evitando in questo modo la pratica deleteria delle assunzioni a tempo determinato mediante l'attingimento di personale da graduatorie di selezione per soli titoli, o attraverso l'attivazione di convenzioni tra enti pubblici;

rammentato che attingere personale da graduatorie concorsuali in vigore è principio prioritario, rimarcato indirettamente dalle recenti disposizioni normative contenute nell'articolo 3, comma 5 ter, del decreto legge n. 90 del 2014, sulla base del quale gli enti pubblici sono tenuti ad applicare i principi di cui all'articolo 4, comma 3, dalla legge n. 125 del 2013, che prevede l'avvio di nuove procedure concorsuali previa verifica dell'esaurimento delle graduatorie preesistenti,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale all'igiene e alla sanità e dell'assistenza sociale per:
1)    conoscere, nello specifico e dettagliatamente, quali siano le oggettive difficoltà che impediscono alla Regione di allinearsi alle norme nazionali in materia di assunzione di personale da graduatorie concorsuali vigenti, rispettandone le disposizioni;
2)    sapere se esista, alla luce di quanto esposto, la volontà politica di superare i motivi ostativi che, finora, hanno impedito alla Regione di attingere personale medico veterinario dalle graduatorie concorsuali vigenti tuttora in Sardegna.

Cagliari, 10 aprile 2017