CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1076/A

PITTALIS - ZEDDA Alessandra - CAPPELLACCI - CHERCHI Oscar - FASOLINO - LOCCI - PERU - RANDAZZO - TEDDE - TOCCO - TUNIS, con richiesta di risposta scritta, in relazione al ruolo degli ispettori e agenti del Corpo forestale e di vigilanza ambientale, funzioni di responsabile UOC e DOS.

***************

I sottoscritti,

considerato che in Sardegna, il Corpo forestale e di vigilanza ambientale (CFVA) è componente del sistema regionale antincendio, ed esercita con grande professionalità e abnegazione le competenze tecniche e operative in materia di antincendio boschivo e rurale disciplinate dalla legge regionale n. 8 del 2016 e dalla legge 21 novembre 2000, n. 353 (legge-quadro in materia di incendi boschivi) in riferimento al coordinamento delle attività di lotta agli incendi boschivi e rurali e alla funzione di direzione delle operazioni di spegnimento (DOS), così come previsto dall'articolo 25, commi 1 e 2, della legge regionale n. 8 del 2016;

preso atto che il Piano regionale di previsione, prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi (PRAI), codifica i compiti, i ruoli e le responsabilità relative agli interventi di lotta contro gli incendi boschivi;

considerato che per gli incendi boschivi così come definiti dalla legge n. 353 del 2000, la direzione delle operazioni di spegnimento compete al più alto in grado del Corpo forestale e di vigilanza ambientale presente sul luogo dell'evento, in funzione del principio della gerarchia funzionale;

preso atto che:
-    le Unità operative di comparto (UOC) possono corrispondere con la giurisdizione di una sola Stazione forestale, o con l'aggregazione di più Stazioni o parte di esse anche di diversi ripartimenti; la UOC nell'ambito della lotta attiva AIB, garantisce la tempestività del primo intervento; il responsabile della UOC è un sottufficiale del CFVA con compiti diversificati che programma e assicura l'attuazione di svariate attività di coordinamento;
-    alla figura del Direttore delle operazioni di spegnimento (DOS) è demandato, sul luogo dell'incendio, il coordinamento delle operazioni di spegnimento;
-    il DOS coordina sul posto lo spegnimento degli incendi mediante l'impiego delle risorse terrestri e aeree; 

considerato che:
-    le stazioni forestali sono formate da personale appartenente ai profili di Agente e Ispettore (Area A e B del CFVA), dette funzioni sono esercitate da un ispettore forestale e ove non sia presente da un Assistente o persino da un Agente forestale;
-    le declaratorie relative alle mansioni del personale del CFVA, sottoscritte nel 2002, relative in particolare ai profili professionali dei ruoli di Ispettore e di Agente forestale, non appaiono adeguate ai compiti assegnati e alla relativa retribuzione che appaiono sottostimate rispetto alle responsabilità e visto l'imminente avvio della campagna antincendio, si prospetta per il ruolo degli Agenti e quello degli Ispettori del CFVA, l'ennesima estate all'insegna delle mansioni superiori non retribuite e con gravi rischi per la tutela giuridica dei lavoratori;
-    nonostante con la legge regionale 21 aprile 2005, n. 7, siano stati modificati i requisiti individuali di accesso al profilo di Agenti e Sottufficiali (possesso del diploma di scuola media superiore), l'Amministrazione regionale non ha provveduto sino ad oggi a una adeguata riclassificazione del personale, con relativo adeguamento economico, per le mansioni effettivamente svolte in situazioni e contesti di emergenza, ove ne deriva pericolo per l'incolumità pubblica, sia degli operatori che delle popolazioni;
-    in questo contesto non è più accettabile che tali funzioni, svolte, per un quarto di secolo, dal personale del CFVA, inquadrato nelle aree A (Agenti ) e B (Ispettori), non siano giustamente retribuite e ricollocate con corrette declaratorie,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione, e la Giunta regionale per conoscere se si intenda:
1)    attuare una seria definizione dei profili professionali a cui sono demandate le funzioni e i compiti di Responsabile della UOC e di Direttore delle operazioni di spegnimento;
2)    modificare in vista dell'imminente campagna antincendio il vigente Piano regionale di previsione, prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi, precisando compiutamente i profili professionali a cui sono demandate le funzioni e i compiti di Responsabile della UOC e di Direttore delle operazioni di spegnimento.

Cagliari, 18 aprile 2017