CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1079/A

ZEDDA Alessandra - PITTALIS - CAPPELLACCI - CHERCHI Oscar - FASOLINO - LOCCI - RANDAZZO - TEDDE - TOCCO - TUNIS, con richiesta di risposta scritta, sulla mancata attuazione della legge regionale 22 dicembre 2016, n. 34, per lo svolgimento temporaneo delle attività di cui alla convenzione RAS-ATI IFRAS.

***************

I sottoscritti,

premesso che
-    la legge regionale 22 dicembre 2016, n. 34, ha modificato la legge regionale 30 novembre 2016, n. 30, per lo svolgimento temporaneo delle attività di cui alla convenzione RAS-ATI IFRAS, nelle more della procedura di scelta dell'aggiudicatario del nuovo Piano per i lavoratori del Parco geominerario storico e ambientale della Sardegna;
-    con la deliberazione n. 3/1 del 13 gennaio 2017, avente per oggetto "Atto di indirizzo ai fini dell'attuazione delle disposizioni contenute nell'articolo 2 della legge regionale n. 34 del 22 dicembre 2016", la Giunta regionale ha definito il percorso attraverso il quale poter garantire l'individuazione, la profilazione ed il successivo inserimento dei lavoratori ai fini di quanto stabilito dalla legge regionale in oggetto;
-    la citata deliberazione ha dato mandato a diversi soggetti attuatori della messa in atto delle disposizioni contenute nell'articolo 2 della legge regionale 22 dicembre 2016 n. 34, indicandone i tempi limite di attuazione;

preso atto che l'incontro per la chiusura e la firma di un accordo finale sulla vertenza dei lavoratori ATI-IFRAS, convocato dall'Assessore degli affari generali, personale e riforma della Regione con i rappresentanti sindacali e l'Assessore regionale del lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale e l'Assessore regionale dell'industria, continua a registrare una serie di rinvii;

rilevato che i tempi per il rientro al lavoro dei lavoratori ATI-IFRAS si stanno allungando e  nel frattempo non viene garantita la continuità reddituale promessa dalla Regione;

ritenuto che la mancata attuazione della legge regionale n. 34 del 2016 per lo svolgimento temporaneo delle attività di cui alla convenzione RAS-ATI IFRAS stia creando reali disagi sociali a causa del prolungarsi dei tempi per il rientro al lavoro dei lavoratori e del mancato ottenimento della continuità reddituale; 

chiedono di interrogare il Presidente della Regione, l'Assessore regionale del lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale, l'Assessore regionale dell'industria e l'Assessore degli affari generali, personale e riforma della Regione per conoscere:
1)    se siano consapevoli dell'effettiva situazione relativa all'attuazione della legge regionale n. 34 del 2016 per lo svolgimento temporaneo delle attività di cui alla convenzione RAS-ATI IFRAS;
2)    se ritengano indispensabile vigilare affinché venga data applicazione alla deliberazione della Giunta regionale n. 3/1 del 13 gennaio 2017, che ha dato mandato a diversi soggetti attuatori della messa in atto delle disposizioni contenute nell'articolo 2 della suddetta legge regionale 22 dicembre 2016 n. 34, indicandone i tempi limite di attuazione;
3)    quali azioni urgenti intendano avviare al fine di porre rimedio al disagio sociale causato dal prolungarsi dei tempi per il rientro al lavoro dei lavoratori ATI-IFRAS e dal mancato ottenimento della continuità reddituale. 

Cagliari, 20 aprile 2017