CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1095/A

INTERROGAZIONE DEDONI, con richiesta di risposta scritta, sul personale del soppresso ESAF attualmente in servizio presso Abbanoa Spa che ha presentato istanza per l'inquadramento nei ruoli dell'Amministrazione regionale.

***************

Il sottoscritto,

premesso che la legge regionale n. 10 del 2005 ha trasferito tutto il personale del soppresso ESAF al gestore del servizio idrico integrato (Abbanoa Spa), riservando agli stessi dipendenti la possibilità di presentare istanza di inquadramento nei ruoli dell'Amministrazione regionale entro i sei mesi successivi alla data di cessazione dell'ente di provenienza;

considerato che furono presentate 389 domande su 550 dipendenti aventi diritto;

constatato che ad oggi sono stati reintegrati nel sistema regionale solo 144 dipendenti ex ESAF in quanto le procedure sono state sospese dal lontano 2009;

valutato che da allora il legislatore regionale è intervenuto per sancire il pieno riconoscimento del personale in servizio presso la società Abbanoa quali dipendenti regionali (legge regionale n. 24 del 2014) con pieno diritto di accesso alle procedure di mobilità;

tenuto conto che lo scorso dicembre la legge regionale n. 37 del 2016 ha ribadito che il personale di ruolo del soppresso ESAF, trasferito alla società Abbanoa, è ricompreso nelle procedure di mobilità del sistema Regione fino ad esaurimento dello stesso;

vista la deliberazione della Giunta regionale n. 70/31 del 29 dicembre 2016 (esattamente 7 giorni dopo la legge regionale di riferimento) che approva ed avvia il piano pluriennale per il superamento del precariato nel sistema Regione, dando priorità all'assunzione a tempo indeterminato del personale non dirigenti con contratti a termine;

sottolineato che il personale del soppresso ESAF attende da dieci anni la conclusione del procedimento di reinserimento nei ruoli dell'Amministrazione regionale senza alcun costo aggiuntivo a carico del bilancio,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore degli affari generali, personale e riforma della Regione per sapere
1)    se siano a conoscenza di quanto su esposto;
2)    quali siano i motivi che ancora oggi impediscono la conclusione delle procedure per il reintegro dei lavoratori ex ESAF nel sistema Regione;
3)    se non ritengano di dover immediatamente intervenire per porre rimedio ad una situazione che si trascina da dieci anni e vede calpestato il diritto dei lavoratori interessati, nonostante la volontà del legislatore regionale di permettere l'inserimento nei ruoli dell'Amministrazione regionale sin dal lontano 2005.

Cagliari, 3 maggio 2017