CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1114/A

DESINI - CONGIU - CHERCHI Augusto - MANCA Pier Mario - UNALI, con richiesta di risposta scritta, sulla mancata pubblicazione del bando per la concessione dei contributi regionali per l'acquisto dei defibrillatori semiautomatici esterni (DAE) da parte delle società e associazioni sportive dilettantistiche con sede nel territorio regionale.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
-    ogni anno, in Italia, circa 60.000 persone muoiono in conseguenza di un arresto cardiaco;
-    i contesti dove si pratica attività fisica e sportiva, agonistica e non agonistica, possono essere scenario di arresto cardiaco più frequentemente di altre sedi;
-    la letteratura scientifica internazionale ha dimostrato che in caso di arresto cardiaco improvviso l'intervento di defibrillazione, se erogato nei primi cinque minuti, contribuisce, in modo statisticamente significativo, a salvare fino al 30 per cento in più delle persone colpite;
-    la legge 3 aprile 2001, n. 120 (Utilizzo dei defibrillatori semiautomatici in ambiente extraospedaliero) ha consentito l'utilizzo del defibrillatore semiautomatico esterno (DAE) in sede extra-ospedaliera anche al personale sanitario non medico, nonché al personale non sanitario che abbia ricevuto una formazione specifica nelle attività di rianimazione cardio-polmonare;
-    il decreto legge 13 settembre 2012, n. 158 (Disposizioni urgenti per promuovere lo sviluppo del Paese mediante un più alto livello di tutela della salute), convertito, con modificazioni, nella legge 8 novembre 2012, n. 189, ha stabilito all'articolo 7, comma 11, che con decreto del Ministro della salute, adottato di concerto con il Ministro delegato al turismo e allo sport, si dettassero linee guida per la dotazione e l'impiego di DAE da parte di società sportive sia professionistiche che dilettantistiche;
-    tali linee guida sono contenute nel decreto del Ministro della salute 24 aprile 2013 (Disciplina della certificazione dell'attività sportiva non agonistica e amatoriale e linee guida sulla dotazione e l'utilizzo di defibrillatori semiautomatici e di eventuali altri dispositivi salvavita), il cui articolo 5 pone in capo alle società sportive sia professionistiche che dilettantistiche l'obbligo di dotarsi di DAE nel rispetto delle modalità indicate nell'allegato E al decreto stesso;
-    al fine di agevolare e accelerare l'adempimento di tale obbligo da parte delle società e associazioni sportive sarde, aumentando, in tal modo, significativamente le possibilità di sopravvivenza degli sportivi colpiti da arresto cardiocircolatorio, l'articolo 6 della legge regionale 11 aprile 2016, n. 5 (legge di stabilità 2016) ha stanziato un importo di euro 400.000 per la concessione di contributi per l'acquisto di DAE da parte dei proprietari o gestori di impianti sportivi nonché delle società e associazioni sportive dilettantistiche con sede nel territorio regionale, nel rispetto delle modalità indicate dalle linee guida riportate nell'allegato E del decreto ministeriale 24 aprile 2013;
-    con la deliberazione n. 67/7 del 16 dicembre 2016, la Giunta regionale ha affidato all'ASL di Sassari l'incarico di bandire la selezione per l'individuazione dei soggetti che saranno destinatari dei contributi, utilizzando i criteri indicati nella deliberazione stessa, con esclusione dalla concessione dei soggetti che avessero già ricevuto un contributo pubblico per l'acquisto di un DAE e dei soggetti affidatari di un DAE in comodato d'uso gratuito fornito dalla Regione o da altro ente pubblico;
-    la deliberazione ha, inoltre, stabilito che l'importo da assegnare a ciascun soggetto beneficiario dovrà essere pari a euro 550;

preso atto che l'articolo 48 del decreto-legge 17 ottobre 2016, n. 189 (Interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici del 2016), così come modificato dalla legge di conversione 15 dicembre 2016, n. 229, al comma 18 ha sospeso fino alla data del 30 giugno 2017 l'efficacia delle disposizioni in ordine all'obbligo di dotazione e di impiego di tali dispositivi da parte delle società e associazioni sportive;

dato atto che l'articolo 8, comma 44, della legge di stabilità 2017 ha autorizzato la spesa di euro 200.000 per la concessione di contributi a favore delle società e associazioni sportive dilettantistiche con sede nel territorio regionale per la formazione di personale in qualità di esecutore Basic life support defibrillation (BLSD), secondo le modalità operative indicate dalla normativa statale e regionale in materia, demandando alla Giunta regionale la definizione dei criteri e delle modalità di concessione dei contributi stessi;

considerato che:
-    è trascorso più di un anno dall'entrata in vigore della legge regionale che ha stanziato le somme necessarie per la concessione di contributi per l'acquisto dei DAE da parte delle società e delle associazioni sportive dilettantistiche sarde;
-    è, ormai, imminente la decorrenza dell'efficacia delle disposizioni che pongono in capo alle società e associazioni sportive l'obbligo di dotarsi di un DAE;
-    ciononostante, alla data odierna non risulta che l'Azienda per la tutela della salute (ATS) di Sassari abbia pubblicato il bando per la concessione dei contributi regionali in questione,

chiedono di interrogare l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale per sapere:
1)    le ragioni della mancata pubblicazione, alla data odierna, del bando per la concessione dei contributi regionali per l'acquisto dei DAE da parte delle società e associazioni sportive dilettantistiche con sede nel territorio regionale;
2)    se non ritenga necessario attivarsi immediatamente al fine di evitare che l'entrata in vigore, il 1° luglio 2017, dell'obbligo di dotazione dei DAE da parte delle società e associazioni sportive paralizzi l'attività sportiva in Sardegna.

Cagliari, 22 maggio 2017