CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1119/A

SATTA - LEDDA - COCCO Daniele Secondo, con richiesta di risposta scritta, sulla realizzazione dei "Lavori di collegamento alla provinciale Abbasanta - Buddusò - Olbia - strada statale 389, tratto Alà dei Sardi-bivio Padru" e della "Riqualificazione dell'itinerario tratto S.P. 24 e S.P. 110 - Collegamento tra la SS 389 e la nuova SS 125 orientale sarda nel territorio di Alà dei Sardi e Padru".

***************

I sottoscritti,

premesso che:
-    circa 40 anni fa prendeva l'avvio il progetto della strada a scorrimento veloce Abbasanta - Benetutti - Olbia, con l'intento di collegare lo scalo marittimo e aeroportuale di Olbia con il Monte Acuto, il Goceano e il restante territorio;
-    gli accordi di programma tra Stato e Regione sul completamento viario del nord Sardegna hanno previsto la realizzazione della strada a scorrimento veloce nella sua interezza da Abbasanta fino a Olbia, anche se, in concreto, il finanziamento è stato frazionato per lotti funzionali pluriennali;
-    al fine di ammodernare e completare l'itinerario che da Alà dei Sardi conduce, in direzione Padru, all'innesto sulla strada provinciale n. 24, che poi collega quest'ultima alla strada provinciale n. 110 fino a raggiungere la strada statale n. 131 dcn nel pressi di Ovilò, sono stati individuati e finanziati tre interventi:
    1. Collegamento alla provinciale Abbasanta - Buddusò - Olbia - strada statale n. 389, tratto Alà dei Sardi - Bivio Padru (1° lotto);
-    finanziato, a seguito di rimodulazione finanziaria delle risorse recate dalla deliberazione CIPE 17/2003, per un importo di euro 15.494.000 e con risorse del bilancio dell'amministrazione provinciale di Sassari (in qualità di ente attuatore), giusta deliberazione di Giunta provinciale n. 191 del 29 novembre 2005;
-    il progetto predisposto dalla Provincia di Sassari per l'esecuzione del tratto di 2+400,00 km circa, da Alà dei Sardi al bivio di Padru sulla strada provinciale n. 24 è stato sottoposto a valutazione di impatto ambientale;
-    a seguito di rallentamenti, dovuti al passaggio di competenze per effetto della ridefinizione territoriale degli enti provinciali, i lavori del 1° lotto stralcio funzionale, appaltati nel 2013, sono stati definitivamente aggiudicati all'ATI nel luglio del 2016;
    2. Collegamento alla provinciale Abbasanta - Buddusò - Olbia - strada statale n. 389 tratto Alà dei Sardi - Bivio Padru (2° lotto) 
-    il 2° lotto funzionale, con il quale si deve completare la parte dell'itinerario di circa 4+250,00 km. dispone di risorse programmate pari a euro 14.013.812,30 provenienti dal bilancio della Provincia di Sassari, avanzo di amministrazione 2012-2013 e avanzo vincolato 2013 (risorse proprie dell'ex Provincia di Olbia-Tempio);
-    per tale 2° lotto è auspicabile che i lavori vadano in stretta prosecuzione temporale con il primo stralcio; risulta avviata l'attività di progettazione esecutiva, tuttavia, non è dato conoscere a che punto siano le autorizzazioni amministrative necessarie per poter procedere all'appalto e all'affidamento dei lavori;
    3. Riqualificazione dell'itinerario strada provinciale n. 24 e strada provinciale n. 110 - Collegamento tra la strada statale n. 389 e la nuova strada statale n. 125 - Orientale sarda - nel territorio di Alà dei Sardi e Padru 
-    con deliberazione di Giunta regionale n. 34/11 dell'11 settembre 2007 sono stati programmati e destinati euro 9.800.000,00 recati da fondi di cui alla deliberazione CIPE 3/2006, per la realizzazione del nuovo intervento "Riqualificazione dell'itinerario strada provinciale n. 24 e strada provinciale n. 110 - Collegamento tra la strada statale n. 389 e la nuova strada statale n. 125 - Orientale sarda - nel territorio di Ala dei Sardi e Padru" e inserito nell'APQ Viabilità con III Atto integrativo del 29 novembre 2007;
-    il progetto relativo all'intervento "Riqualificazione dell'itinerario strada provinciale n. 24 e strada provinciale n. 110 - Collegamento tra la strada statale n. 389 e la nuova strada statale n. 125 Orientale sarda nel territorio di Alà dei Sardi e Padru", già delegati per competenza territoriale alla Provincia di Olbia-Tempio, parrebbe trovarsi ancora nella fase dello studio di fattibilità, per la cui elaborazione è stata adottata una sezione stradale di tipo F1, per le caratteristiche plano-altimetriche dell'itinerario esistente, opportunamente giustificata da uno studio del traffico;

considerato che:
-    il crono-programma dei lavori del 1° lotto funzionale, i cui lavori sono in corso da circa un mese, salvo ritardi, prevede l'ultimazione degli stessi a fine 2018 e l'operatività della strada dai primi mesi del 2019;
-    non si conoscono i termini temporali, relativi all'appalto dei lavori del 2° lotto funzionale per euro 14.013.812,30;
-    non si conoscono i termini temporali, relativi al progetto esecutivo di "Riqualificazione dell'itinerario strada provinciale n. 24 e strada provinciale n. 110 - Collegamento tra la strada statale n. 389 e la nuova S.S. 125 Orientale sarda nel territorio di Alà dei Sardi e Padru" per euro 9.800.000,00; 

richiamata la deliberazione della Giunta regionale n. 12/22 del 7 marzo 2017 - Fondo di Sviluppo e Coesione 2014-2020. Patto per lo Sviluppo della Regione Sardegna. Linea d'Azione 1.2 Miglioramento rete e servizi di mobilità stradale. Interventi di manutenzione e messa in sicurezza delle strade esistenti sul territorio della Sardegna. Programmazione delle risorse, che ha destinato alla provincia di Nuoro euro 5.400.000,00 e alla Provincia di Sassari euro 10.450.000 per provvedere alla sistemazione delle pessime condizioni in cui versano la maggior parte delle strade provinciali e le relative opere d'arte, sulle quali, al fine di garantire la sicurezza, sono state adottate numerose ordinanze di limitazione della velocità e delle portate o di chiusura al traffico delle strade provinciali;

considerato che la Provincia di Sassari ha provveduto con delibera dell'amministratore straordinario n. 12 del 21 aprile 2017, assunta con i poteri del Consiglio, a programmare tali risorse, destinando la somma di euro 350.000,00 per intervenire sull'itinerario in oggetto, il quale a tratti ha assunto la conformazione di una vera e propria mulattiera;

verificato, che analogamente, a valere sui fondi della suddetta delibera regionale n. 12/22, anche la Provincia di Nuoro, con deliberazione dell'amministratore straordinario n. 39 del 20 aprile 2017, assunta con i poteri del Consiglio, ha programmato di intervenire a zone, per sistemare diversi tratti di propria competenza territoriale, così come sulla strada provinciale n. 33 "Borore - bivio di Iscras", la Provincia ha recentemente appaltato e si è in attesa di consegnare i lavori all'impresa, un intervento di euro 1.200.000 per la manutenzione del piano viario e la messa in sicurezza;

ritenuto di dover svolgere ogni utile sollecitazione, per l'accelerazione da parte degli enti interessati, nello svolgimento delle procedure tecniche ed amministrative, per il completamento di questa importante strada di collegamento, anche alla luce del malcontento delle popolazioni dei territori del Goceano, Monte Acuto e Gallura che in diverse occasioni hanno espresso la loro protesta per le lungaggini burocratiche nel proseguimento dell'opera,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dei lavori pubblici per sapere:
1)    quali siano le azioni e gli strumenti che la Giunta regionale intende adottare per accelerare la realizzazione di una struttura viaria particolarmente attesa dalla comunità e dalle diverse amministrazioni locali interessate, ormai da diversi decenni;
2)    quanto tempo ancora, le popolazioni interessate dovranno attendere, prima che il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dei lavori pubblici procedano a convocare uno specifico incontro operativo con gli amministratori straordinari della Provincia di Sassari, del sub ambito di Olbia-Tempio e della Provincia di Nuoro, dei consiglieri regionali e degli amministratori locali del territorio, dei dirigenti, dei tecnici progettisti e Rup, al fine di analizzare con ogni consentita urgenza le eventuali criticità, coordinare le procedure e stabilire congiuntamente percorsi in grado di imprimere una accelerazione significativa per la concretizzazione delle opere necessarie alla sicurezza ed alla mobilità.

Cagliari, 24 maggio 2017