CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1122/A

CRISPONI - DEDONI - COSSA, con richiesta di risposta scritta, sul paventato accorpamento della Camera di commercio di Nuoro con quella di Sassari.

***************

I sottoscritti,

premesso che è intendimento del Governo procedere con la chiusura e l'accorpamento dell'attuale sistema camerale nazionale;

considerato che il sistema delle camere di commercio della Sardegna rientra nel perimetro degli enti camerali da sopprimere o accorpare;

valutato che in data 18 maggio scorso l'Unioncamere nazionale, per il tramite del Consiglio di presidenza, ha trasmesso al competente Ministero per lo sviluppo economico (MISE) la propria indicazione relativa agli accorpamenti della Camera di commercio di Nuoro con quella dì Sassari e della Camera di commercio di Oristano con quella di Cagliari;

ritenuto discriminatorio che si colpisca una camera di commercio, quale quella nuorese, che può vantare lusinghieri parametri di efficienza in ambito nazionale e che, soprattutto, rientra a pieno titolo fra le deroghe previste dalla legge delega relative all'operatività camerale su territori montani e fra quelli non infrastrutturati;

tenuto conto che non si può assistere alla desertificazione degli uffici pubblici locali, via via demoliti da risibili ragioni di "spending review", peraltro impercettibili a imprese e cittadini,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione per sapere:
1)    se sia a conoscenza di quanto esposto;
2)    se abbia valutato il gravissimo danno al sistema economico delle micro, piccole e medie imprese dei territori del Nuorese, Ogliastra, Planargia e bassa Gallura con il conseguente assurdo isolamento di aree già pesantemente colpite dagli indiscriminati tagli governativi e con essi l'inevitabile negativo impatto occupazionale sugli addetti della Camera di commercio di Nuoro;
3)    quali iniziative intenda adottare nei confronti del MISE e del Governo in relazione al concreto mantenimento della sede camerale nuorese.

Cagliari, 24 maggio 2017