CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1132/A

MARRAS, con richiesta di risposta scritta, sulla gravissima situazione finanziaria della Provincia di Oristano.

***************

Il sottoscritto,

evidenziato che:
- nonostante siano state confermate alle province dalla legge n. 56 del 2014 le funzioni fondamentali quali la gestione delle strade provinciali, la gestione dell'edilizia scolastica per le scuole secondarie superiori, la tutela e la valorizzazione dell'ambiente, la Provincia di Oristano si trova nell'impossibilità di poter adempiere ai propri obblighi a causa di una gravissima crisi finanziaria dovuta esclusivamente ai provvedimenti di "spending review" e agli obblighi di riversamento allo Stato dei tributi propri previsti dalla normativa vigente;
- di fatto il prelievo forzoso da parte dello Stato si sostanzia, per mancanza di risorse per effettuare il riversamento dei circa 12.000.000 euro richiesti dallo Stato appunto, in una sottrazione dei tributi locali, che vengono prelevati alla fonte dal medesimo;
- l'unica entrata certa rimanente è la quota del fondo unico regionale e, negli anni scorsi l'applicazione dell'avanzo di amministrazione libero oramai pressoché esaurito;
- la Provincia di Oristano in sostanza non può utilizzare le risorse derivanti dalle entrate proprie per le funzioni attribuitele perché si vede obbligata a riversarne l'intero ammontare allo Stato, in misura tale, come detto, che si determina un totale azzeramento dei due principali tributi propri dell'ente (l'imposta provinciale di trascrizione, l'imposta sulle assicurazioni Rc auto), non è, quindi, in grado di assicurare l'effettivo esercizio delle proprie funzioni con gravi conseguenze sul personale dipendente della provincia che vive nella assoluta incertezza, ma anche sulla cittadinanza che perde il diritto ad avere strade e scuole sicure e di vedere tutelato l'ambiente circostante,

chiede di interrogare l'Assessore regionale degli enti locali, finanze e urbanistica per sapere:
1) se sia a conoscenza dei fatti esposti in premessa, che mettono a rischio i servizi pubblici essenziali e danneggiano gravemente i piccoli e medi imprenditori locali che sono una parte importante del tessuto economico del territorio oristanese, e non solo, e cosa intenda fare affinché venga sanata questa situazione;
2) se possa essere ritenuto opportuno aprire un tavolo Regione-Provincia per analizzare e risolvere le problematiche esposte.

Cagliari, 1° giugno 2017