CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1146/A

CHERCHI Augusto - CONGIU Gianfranco - MANCA Pier Mario - DESINI - UNALI, con richiesta di risposta scritta, sulla grave situazione in cui versano le imprese subappaltatrici della TECNIS spa per i ritardi nei pagamenti dei lavori ANAS in Sardegna relativi all'adeguamento della Sassari-Olbia, lotto 6.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
- l'ANAS ha un'importanza fondamentale per la costruzione e la manutenzione della rete viaria statale della Sardegna;
- l'ANAS si avvale, per le sue attività, quale ente appaltante delle prestazioni di alcune società specializzate, fra le quali la ditta TECNIS Spa che nella fattispecie si è aggiudicata l'appalto per la realizzazione del lotto 6 della Sassari-Olbia, quale mandataria di un'ATI, per l'importo contrattuale di circa 50 milioni di euro;
- la ditta TECNIS spa si affida, a sua volta, in Sardegna, per i lavori relativi alla realizzazione delle infrastrutture stradali, a diverse ditte regionali, in regime di subappalto, fra le quali la FERCOS spa per la fornitura e la posa in opera di acciaio sagomato di atta qualità;

evidenziato che:
- tali ditte subappaltatrici svolgono un lavoro importante in contesti in cui, oltre alla competenza e professionalità che possiedono, necessitano, comunque, della disponibilità di mezzi adeguati, che, spesso, sono stati acquistati con leasing e/o con prestiti vari;
- i lavori effettuati dalle ditte subappaltatrici vengono sistematicamente pagati con enorme ritardo, nonostante il contratto stabilito preveda tempi certi e ben definiti;
- tale condizione, che va avanti, ormai, da diversi mesi, ha determinato inevitabili disagi a danno delle ditte subappaltatrici, per le maestranze coinvolte e per le relative famiglie, costrette a subire, oltre alle conseguenze della crisi economica generale, anche questa, ulteriore, grave situazione;
- questo contesto ha causato la sospensione dei lavori e il conseguente licenziamento degli operai delle ditte subappaltatrici, le quali ora versano in uno stato di indebitamento, maturato dall'acquisto dei mezzi e delle attrezzature necessarie per poter svolgere i lavori;
- tutto questo nonostante, con provvedimento accettato da tutte le parti, l'ANAS si sia fatta carico di pagare direttamente l'impresa subappaltatrice FERCOS spa dopo la messa in amministrazione giudiziaria della TECNIS Spa da parte del tribunale di Catania,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale del lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale, per sapere:
1) se siano a conoscenza di tale problematica, che da alcuni mesi ha generato un'insostenibile situazione, che grava sulle condizioni economico-sociali dei lavoratori di questo comparto;
2) quali provvedimenti intendano adottare al fine di garantire che le scadenze previste dai contratti di subappalto vengano rispettate e le competenze maturate dalle ditte subappaltatrici regolarmente liquidate.

Cagliari, 13 giugno 2017